sabato , 10 dicembre 2016
In primo piano
Home > Cinema > Cinema sotto le stelle al Bryant Park
Cinema Bryant Park

Cinema sotto le stelle al Bryant Park

Cinema Bryant Park

New York, in estate, è anche sinonimo di parchi, pic-nic e relax nei suoi innumerevoli polmoni verdi che si trasformano in piccoli paradisi terrestri, capaci di donare anche alle cose più semplici un sapore unico: provate a leggere un libro o passeggiare sotto i frondosi alberi e capirete il perchè.
Bryant Park offre tutto questo e anche di più: corsi di yoga e di lingue, tornei di scacchi e petangue, visioni di film senza tempo sotto il cielo stellato.

Anche quest’anno, infatti, torna il Summer Film Festival, la rassegna gratuita di film di ogni epoca e di ogni genere, proiettati ogni lunedì sera, da gustarsi seduti sul prato del Bryant Park.
Per rendere più suggestiva la serata, possiamo attendere l’inizio dello spettacolo con un pic-nic e una chiacchierata in armonia fino a che, all’imbrunire (verso le 20 o le 21), calerà il silenzio e le immagini del grande schermo calamiteranno il pubblico.

Gli arci noti balli di Tony Manero apriranno la kermesse lunedì 16 giugno: con “La febbre del sabato sera” (Saturday Night Fever) potremo riflettere sulle difficoltà sociali che i nostri connazionali e molte altre etnie (fra cui quelle portoricane) hanno vissuto nella storia degli States.
A proposito di ingiustizie, non potremo non scaldarci per le leggendarie gesta dell’eroe degli oppressi, Zorro, che con la sua virtù e i suoi nobili propositi ha ispirato moltissimi registri, sin dalle prime produzioni cinematografiche. Fra questi Rouben Mamoulian che nel 1940 ha girato “Il segno di Zorro” (The Mark of Zorro), proiettato al Bryant Park lunedì 23 giugno.
Ancora viva la tematica razziale anche in pellicole più recenti: nel 1984, il regista Norman Jewison sperimentò in prima persona le difficoltà di realizzare un film che affrontasse questo tema sempre caldo. “Storia di un soldato semplice” (A Soldier’s Story) parla proprio della questione razziale negli USA: l’appuntamento è per il 30 giugno.
Si parlerà ancora di razzismo, ma con toni decisamente più leggeri, lunedì 7 luglio con la commedia cult “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” (Blazing Saddles) di Mel Brooks: un western da ridere che ha conquistato il pubblico di ieri e continua con quello di oggi.

Non di sola discriminazione razziale ci farà riflettere il palinsesto di quest’anno, ma anche di quella di orientamento sessuale: “Improvvisamente l’estate scorsa” (Suddenly, Last Summer), pellicola che premiò la diva Liz Taylor nel 1959 con il Golden Globe come miglior attrice, passò sotto le forche caudine della censura e, dopo i tagli subiti, il tema della omosessualità è toccato molto alla larga.

Sorrisi e risate a non finire per un classico della commedia statunitense, “National Lampoon’s Vacation, film del 1983 diretto da Harold Ramis. Fra le mille peripezie, riuscirà la famiglia di Chevy Chase a raggiungere il parco divertimenti della California? Lo scopriremo il 21 luglio!
Un altro classico del cinema d’epoca (anno 1948), porterà sullo schermo una delle coppie di vita e professionali più amate di Hollywood, Humphrey Bogart e Lauren Bacall. Malavita, avversità climatiche e amori saranno i temi del film “L’isola di corallo” (Kay Largo), proiettato il 28 luglio.

Agosto (il 4) si apre con un film che, per gli amanti delle arti marziali, non ha certo bisogno di presentazioni: “Per vincere domani – The Karate Kid”, il primo di una serie di film che hanno appassionato grandi e piccini allo sport del karate e non solo.
Avrà meno adrenalina, ma non mancherà di calamitare gli spettatori dell’11 agosto la New York degli anni Sessanta in cui una coppia di assi, Rock Hudson e Doris Day, daranno vita a una brillante commedia, “Amore, ritorna!” (Lover come back), fatta di amore, pasticci ed equivoci.
Dovrebbe invece fortunatamente far caldo per la serata del 18 agosto quando Jack Nicholson, diretto dal genio Stanley Kubrick, terrorizzerà la sua famiglia e il pubblico con lo straordinario “Shining”… preparatevi a trattenere il fiato per l’ultimo e atteso film di una stagione ricca di emozioni, palpitazioni e sensazioni uniche da vivere al Bryant Park!

  

  




Leggi anche

New York Film Festival

New York Film Festival 2015

Fra settembre e ottobre a New York non c’è solo l’Oktoberfest: se, una sera anziché …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X