giovedì , 8 dicembre 2016
In primo piano
Home > Interviste di viaggi a New York > I consigli su New York di Federica
Consigli su New York di Federica Giulini
Consigli su New York di Federica Giulini

I consigli su New York di Federica

Federica Giuliani è una giornalista, una scrittrice e l’autrice di Travel to Taste. Federica viaggia in lungo e in largo per il mondo per incontrare persone, visitare luoghi e assaggiare piatti locali. Oggi ci racconta della sua esperienza a New York.

Il tuo blog mi sembra davvero molto ben curato. Qual è la tua ricetta per proporre contenuti interessanti per gli utenti?
“Grazie. L’unico mio “segreto” è quello di raccontare esclusivamente luoghi ed esperienze vissute. Mi piace descrivere aneddoti e angoli poco conosciuti evitando le liste e i consigli pratici; per quelli c’è la Lonely Planet.”

Sei una di quelle persone che prima di partire organizza tutto oppure preferisci andare all’avventura?
“Dipende dal viaggio, ma ammetto di amare l’avventura anche quando la destinazione è remota e i suoi abitanti non parlano inglese, come in Corea del Sud. Sono brava nell’arte dell’arrangiarmi e, fino ad ora, mi è sempre andata bene. In Rajasthan, invece, ho preferito definire l’itinerario prima di partire anche se le sorprese non sono mancate nemmeno in quella occasione.”

Tra i tuoi tanti viaggi hai fatto tappa a New York, qual è l’angolo di questa città che ti ha lasciato senza fiato?
“Sono stata a NYC una settimana, ma sento di non averla esplorata a sufficienza (dovrò tornare presto). Mi ha commosso il 9/11 Memorial, mi sono divertita a fare shopping nei negozi vintage, mi ha lasciata senza fiato il panorama che si gode dalla cima dell’Empire State Building. Conto però di scovare qualche angolo meno noto nel prossimo viaggio.”

One World Trade Center
One World Trade Center

C’è invece un aspetto di questa città che ti ha deluso? Se si, ti va di spigarci il motivo?
“Nessun aspetto mi ha delusa. Solo una cosa mi ha sorpresa: credevo che si potesse pagare ovunque con la carta di credito, ma non è così.”

Non puoi conoscere a fondo una città se non hai assaggiato la cucina locale, qual è la cosa più buona che hai mangiato a New York?
“La cosa più buona? Forse la bistecca mangiata da Michael Jordan nella Grand Central Terminal, ma anche i noodles a Soho e l’autentica cucina coreana. A NYC puoi mangiare tutto ciò che desideri!”

Che idea ti sei fatta dei newyorkesi?
“Spesso di corsa, ma gioviali e gentili sia per strada che nei negozi. Sempre disponili ad aiutare o dare indicazioni.”

Stai già organizzando il tuo prossimo viaggio? Dove andrai?
“Viaggio spesso per lavoro – faccio la giornalista di viaggi – ma per piacere non so ancora dove andrò. Le idee sono tante, ma nessuna ancora concreta. Forse in Bhutan o in Georgia con il mio fuoristrada o, ancora, a vedere i parchi USA affittando un camper.”

Grazie



  

  

  

  




Leggi anche

Elisa di Tripvillage

I consigli di Elisa

Il viaggio per Elisa ogni volta è come una boccata di ossigeno, un’esperienza che l’arricchisce …

2 commenti

  1. giovanni gazzeri

    Sono stato a NY più di venti volte nella mia vita,l’ultima nel maggio scorso.Sono innamorato di NY,penso che ogni volta si assimila qualcosa di nuovo.Per una visita di tre giorni consiglierei il Whitney Museum,la High Line,Bryant park.E soprattutto l’aria magica del Central park,la cultura della Morgan Library,il giardino botanico del Bronx.Ah,la Big Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X