venerdì , 9 dicembre 2016
In primo piano
Home > Itinerari > In vacanza a New York con il cane
In vacanza a New York col cane
Passeggiata a Central Park con il cane

In vacanza a New York con il cane

Sono sempre più numerose le persone che scelgono di viaggiare anche all’estero in compagnia del proprio compagno a quattro zampe  e, tra le tante mete possibili, New York è senza dubbio una destinazione dog-friendly.

Le compagnie aeree, di conseguenza, si sono attrezzate per favorire chi vuole volare con il proprio cane al seguito, ma otto-nove ore di aereo sono parecchie, e chi desidera partire per New York  insieme ad un animale domestico, deve sapere che il viaggio non può essere improvvisato.

Prima di prenotare il volo è buona regola raccogliere informazioni sulle compagnie aeree e sul trattamento che riserveranno ai passeggeri a quattro zampe, avendo l’accortezza di optare sempre per un volo diretto, ove possibile. Ma procediamo con ordine.

Passaporto del cane

Prima di intraprendere un viaggio verso un paese straniero, è necessario assicurarsi che tutti i documenti del cane siano in regola. Per viaggiare negli Stati uniti con il cane è necessario possedere alcuni certificati e il loro rilascio richiede almeno due settimane, quindi  preparatevi con un certo anticipo.

Oltre al certificato di Iscrizione all’Anagrafe Canina e al microchip (obbligatori anche in Italia), il cane deve possedere il passaporto per animali domestici, da richiedere al Servizio Veterinario pubblico. Il passaporto per cani è un documento riconosciuto a livello internazionale e, oltre a riportare i dati anagrafici dell’animale, contiene anche il numero identificativo del cane in oggetto e la posizione del corpo in cui è stato inserito il microchip.

Il passaporto è importante perché certifica le vaccinazioni effettuate sul cane, in particolare garantisce che sia stata effettuata la vaccinazione antirabbica, indispensabile per il suo ingresso negli Stati Uniti. La vaccinazione, perché sia attiva, deve essere eseguita almeno un mese prima della partenza e ha validità di dodici mesi.

Il passaporto deve inoltre essere corredato dal Certificato internazionale di Origine e Sanità che attesti la buona salute dell’animale. Il certificato può essere rilasciato dal vostro veterinario e confermato dall’ASL canina di competenza.

 

In aereo con il cane

Quasi tutte le compagnie aeree permettono di viaggiare con il proprio cane in cabina o nella stiva e si attengono alle norme IATA (international air transport association) per quel che riguarda le regole generali per il trasporto di animali.

Le norme comuni a tutte quelle compagnie che consentono il trasporto di cani o altri animali sia in cabina che in stiva sono le seguenti:
– il cane deve trascorrere l’intero viaggio all’interno di un trasportino conforme e all’interno del trasportino deve essere libero di alzarsi in posizione eretta, accucciarsi e girare su se stesso;
– il fondo del trasportino deve essere impermeabile;
– non possono viaggiare i cuccioli di età inferiore ai 3 mesi, in quanto prima di tale età non è possibile effettuare il vaccino antirabbia; 
– il peso del cane più quello del trasportino non deve eccedere i 10kg per poter viaggiare in cabina, animali di peso superiore viaggiano obbligatoriamente in stiva.

 
– ogni trasportino può contenere un massimo di 5 cani, purché il peso totale non superi i 10kg.

Biglietti per i cani

I cani devono pagare il biglietto di viaggio in una percentuale che varia da compagnia a compagnia a seconda del peso e del trasporto in stiva o in cabina, tranne i cani guida che sono ammessi gratuitamente in cabina indipendentemente dal loro peso.

I cani di razza brachicefala o a naso camuso, in quanto particolarmente sensibili allo stress e alle temperature estreme, non sono ammessi in tutti i voli. Analoghe restrizioni sono previste per le razze canine classificate come potenzialmente aggressive.

Queste le norme generali, ma ogni compagnia può applicare regole più o meno restrittive per quel che riguarda il peso degli animali ammessi in cabina, le dimensioni e le specifiche dei trasportini atti a contenere l’animale e il numero di animali ammessi per ogni volo. Anche all’interno di una stessa compagnia alcuni aeromobili potrebbero non consentire il volo con animali al seguito, quindi è bene informarsi prima e segnalare tempestivamente alla compagnia scelta l’intenzione di viaggiare con il proprio cane.

Ecco alcuni esempi:
Sui voli Alitalia il trasporto di animali non è disponibile su tutti gli aeromobili e anche le dimensioni massime imbarcabili variano a seconda dell’aeromobile scelto, per questo motivo è importante informarsi prima di prenotare, con congruo anticipo.

Sui voli Lufthansa il cane può viaggiare in cabina solo se il peso del cane sommato a quello del trasportino non supera gli 8 Kg (anziché 10kg). Nel caso in cui il cane dovesse viaggiare nella stiva inoltre il trasportino deve essere conforme alle norme IATA (international air transport association) in vigore.

Sui voli dell’American Airlines sono ammessi un massimo di 7 trasportini su ogni volo e gli animali domestici che viaggiano come bagaglio a mano non possono viaggiare su alcuni aeromobili.

 

Hotel di New York dog-welcome

Superato lo scoglio del volo ora è tutto più semplice. Infatti potrebbe sembrare strano, ma sono tantissimi gli hotel di New York che accettano animali. In tutta New York sono circa 200, di cui solo 70 nella zona di Manhattan, alcuni dei quali super centrali.

La maggior parte accetta animali senza richiedere supplemento. Guarda tutti gli hotel che accettano animali a New York.

Una volta giunti a New York, avrete bisogno di spostarvi in metropolitana o in taxi. Per quel che riguarda i taxi, è a discrezione dell’autista decidere se caricare o meno un passeggero con cane al seguito, mentre anche per la metropolitana, come per gli aerei, esistono regole ben precise.

I cani possono viaggiare in autobus e in metropolitana a prescindere dal loro peso, ma devono essere contenuti in un trasportino e non arrecare alcun tipo di disturbo agli altri passeggeri, prima ancora di accedere alla piattaforma. Questo significa che dovete valutare bene il peso del vostro cane e quanto siete in grado di trasportare di peso un trasportino. Il conducente, inoltre, ha la facoltà di decidere autonomamente, in caso di discussioni con altri passeggeri. I cani guida per non vedenti sono sempre esclusi da ogni restrizione e ammessi su qualsiasi taxi, treno, autobus o metropolitana.

Se si decide di optare per il taxi, è buona norma portare con sé una coperta da appoggiare sul sedile e tenerla in vista nel momento in cui si chiama il taxi potrebbe invogliare l’autista a non rifiutare la corsa. Se poi decidete con un certo anticipo di utilizzare i taxi per spostarvi, a New York esistono società di taxi specializzate nel trasporto di animali, come ad esempio Tims Pet Minivan o Pet Taxi New York.

 

Un’ultima informazione: i cani non sono ammessi sui traghetti diretti verso Liberty Island, l’isola su cui sorge la Statua della Libertà.

 

  

  




Leggi anche

Alla scoperta del Fall Foliage

Alla scoperta del Fall Foliage da New York

Torna anche quest’anno il treno “Autumn Express” della Amtrak, la compagnia di treni americana. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X