mercoledì , 7 dicembre 2016
In primo piano
Home > Musei di New York > Metropolitan Museum New York > La New York medioevale: scoprite i Cloisters!

La New York medioevale: scoprite i Cloisters!

The Cloisters, Met

I Cloisters sono una tra le attrattive di New York più suggestive. Vi sembrerà di tornare indietro nel tempo, immersi nell’epoca medioevale, tra cestelli, dame e combattimenti a cavallo. All’interno del Central Park sorge il complesso del Metropolitan Museum & the Cloisters. Se volete visitarlo tutto, prendetevi una giornata intera libera. Pensate che si estende per oltre cinque ettari di terreno, in una ambientazione da sogno. I Cloisters fanno parte di un’ala distaccata del Metropolitan Museum, che si trova nella zona nord del parco. Sono stati realizzati unendo ale di cinque antichissimi chiostri medioevali. Al loro interno, è possibile ammirare i manufatti e i bellissimi gioielli della mostra permanente. Pare che questi cimeli siano stati trasportati qui dal continente europeo per opera dei Rockefeller. Vi ricordo che l’ingresso è incluso nel City Pass, saltando la fila.

L’inaugurazione dei Cloisters avvenne in concomitanza con quella del Metropolitan Museum, nel 1872. A quell’epoca, il museo si trovava all’interno di uno stabile della Fifth Avenue. Solo successivamente fu trasferito nella sede attuale, il Central Park. Nel corso degli anni, il Museo continua ad espandersi progressivamente. L’opera più imponente fu senza dubbio la meravigliosa facciata in stile liberty dell’architetto Morris Hunt. Visitare il Met vi lascerà senza fiato. Prima di raggiungere i Cloisters, fermatevi davanti ad opere d’arte di fama mondiale che sono esposte al suo interno. Ci sono memorie di tutte le epoche storiche, da quella egizia, a quella greca, asiatica, romana, fino a quella moderna americana. Se ne contano in totale oltre due milioni, almeno fino ad oggi. Bellissime le rassegne interamente dedicate alla fotografia e all’arte visiva. Entrando nella stanza dedicata alla collezione preziosa di Robert Lehman, vi troverete di fronte a quadri e sculture realizzate da Goya, Botticelli, El Greco e il Veneziano.

Terminato il giro quasi obbligato al Met, recatevi ai Cloisters, che possono essere considerati un vero e proprio tesoro nascosto medioevale della Big Apple. Al piano rialzato, troviamo il Cuxa Cloister. Fu portato qui con un lunghissimo viaggio dalla Francia. Appartiene infatti al monastero francese Saint Michel de Cuxa, risalente all’anno 878. Dopo un feroce saccheggio, venne completamente distrutto. Solo al termine della Rivoluzione Francese, fu possibile risanarne una parte. Il secondo cloister viene invece da una abbazia di origine benedettina, con sede a Montpellier. L’anno di fondazione è l’804 e il chiostro si chiama Saint Giulheim Cloister. Di epoca successiva è il Trie Cloister, portato in loco dalla cittadina di Trie en Bigorre. Anche questo chiostro, come il Cuxa, fu distrutto in grande parte dagli Ugonotti nel 1571 e poi ristrutturato in epoca successiva. Infine, da una piccola abbazia di Tolosa, è giunto qui il Bonnefont Cloister.

Perché visitare i Cloisters? Sicuramente respirerete un’atmosfera diversa, distante anni luce da quella dei centri abitati che pullulano di luci, negozi e vita mondana. Qui il tempo sembra fermarsi e ci si immerge in una dimensione quasi atemporale. Ma i Cloisters non sono solo un luogo in cui cercare la pace. Sono anche un motivo valido per godersi le tantissime opere d’arte medioevale in essi conservate. Dal parco, con una breve passeggiata, vi troverete davanti ad un panorama spettacolare, dato dal fiume Hudson e le sue insenature.



  

  

  

  




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X