10 parole tipicamente newyorkesi

10 parole del dizionario newyorkese

1. The City

Gli abitanti di New York usano questa espressione per indicare Manhattan: insomma, la città, che esclude tutto ciò che si trova al di fuori dell’isola.

2. Borough

“Borough” vuol dire “borgo”, anche se ovviamente non si può parlare di una suddivisione di New York in borghi attribuendo a questa parola lo stesso significato che potrebbe avere in Italia.

I borough non sono altro che i cinque distretti che compongono la Grande Mela, e cioè Staten Island, il Bronx, i Queens, Brooklyn e Manhattan. Va detto, però, che molti escludono Manhattan dai borough, proprio perché ad essa è riservata l’appellativo “The City”.

A volte per indicare New York si utilizza l’espressione “The Five Boroughs”: per altro, questa suddivisione non è solo di tipo amministrativo, dal momento che tra un distretto e l’altro le differenze sono molto significative anche dal punto di vista economico e sociale.

Sul piano politico, ogni borough prevede l’elezione di un presidente, i cui poteri esecutivi sono condivisi con quelli del sindaco.

3. Brownstones

I tipici palazzi in brownstones di New York
I tipici palazzi in brownstones di New York. Nella foto i palazzi di Harlem

Le Brownstones non sono altro che le casette con le facciate di color marrone che si possono osservare in diversi quartieri di New York, per esempio a Brooklyn Heights o a Park Slope.

L’atmosfera, in queste zone, è più simile a quella di un paese che non a quella di una grande metropoli: lo dimostra l’abitudine, da parte dei residenti, di lasciare fuori dalle scale oggetti o arredi che non si utilizzano più per consentire ai vicini di casa di prenderli e farli propri.

4. Bodega

Bodega newyorkese, una specie di mini market
Bodega newyorkese, una specie di mini market

Con questo nome si fa riferimento a dei supermercati di piccoli dimensioni, quasi simili a negozi di quartiere, aperti dal mattino presto fino a tarda sera, se non addirittura 24 ore su 24.

Non è difficile notarli in qualche film o serie tv americana ambientata a New York: per altro, hanno il pregio di vendere di tutto.

Bodega, insomma, è il negozio che si può trovare dietro l’angolo, diffuso non solo nella Grande Mela ma, più in generale, in tutte le città degli Stati Uniti che presentano una forte componente ispanica.

In genere si tratta di negozi a conduzione familiare, e in effetti l’accoglienza umana e l’atmosfera che vi si possono respirare costituiscono ciò che permette loro di sopravvivere a fronte della diffusione sempre più massiccia dei distributori automatici (scopri i migliori supermercati a New York).

5. Deli

Deli newyorkese
Deli newyorkese

I deli sono locali per certi versi simili alle bodegas, con l’aggiunta che in più si può godere di un pranzo gustoso e rapido: si tratta di ristoranti di gastronomia piuttosto raffinata che propongono, in modo particolare, pane, salumi, carni affumicate e altre squisitezze tanto invitanti quanto poco salutari.

Tra i più famosi, si ricorda il Katz’s Delicatessen, che è stato aperto ben più di un secolo fa e che nel proprio menù mette a disposizione diversi piatti della tradizione ebraica, ma vale la pena di menzionare anche il Carnegie Deli, il Mile End Deli di Brooklyn e l’Artie’s Delicatessen, a sua volta ispirato alla cultura ebraica.

6. Slice

Una fetta di pizza newyorkese
Una fetta di pizza newyorkese

In teoria in inglese “slice” indica una fetta o una porzione di qualsiasi alimento, ma se ci si trova a New York è bene sapere che la fetta per antonomasia è una fetta di pizza (scopri le migliori pizzerie).

Dal punto di vista della popolarità, la fetta di pizza lotta contro gli hamburger, ed è ormai uno street food apprezzato da tutti: non è difficile imbattersi in newyorchesi che camminano per strada gustando la pizza in una scatola di cartone.

La consuetudine più diffusa è quella di piegare la fetta a metà nel senso della lunghezza, così da non far cadere il sugo. Certo, qualcuno potrebbe avere dei dubbi sulla qualità degli ingredienti usati, visto che a volte il prezzo di una fetta è di appena 1 dollaro.

7. Hero

Sandwich hero
Sandwich hero

L’Hero è un tipo di panino, noto anche con il nome di Hero Sandwich, decisamente invitante e ben imbottito: in genere viene preparato spruzzando il pane con dell’olio e poi farcendolo con del provolone, della mozzarella, dei pomodori a fette, del prosciutto crudo e della salsa verde, per poi essere servito in un foglio di carta lucida.

Il pane usato è simile alle baguette, mentre la farcitura può variare: ciò che conta è che sia ben consistente, altrimenti non si sarebbe eroici nel mangiarlo…

8. Subway / Train

A New York la metropolitana non si chiama metro, bensì subway, anche se i newyorchesi vi fanno riferimento chiamandola semplicemente “treno”, la metropolitana è spesso l’incubo dei turisti, che non distinguono tra le linee local (che fermano in tutte le stazioni) e quelle express (che fermano solo nelle più importanti).

Per prendere la metro, meglio abituarsi a non usare concetti come nord o sud: a New York si parla di Uptown e Downtown.

9. Upstate

L’Upstate non è altro che la parte dello stato di New York che si trova a nord della città di New York. Si tratta della zona settentrionale rispetto all’area metropolitana della Grande Mela, dove sono collocate – tra l’altro – le città di Syracuse, di Albany e di Buffalo.

10. Take the bridge / the tunnel

Prendere il ponte o prendere il tunnel? Questa è la domanda che ci si potrebbe sentir porre nel caso in cui si salga a bordo di un taxi a Manhattan: in pratica, l’autista sta chiedendo se il cliente preferisce percorrere i tunnel o il ponte per raggiungere la destinazione desiderata.

La differenza tra le due soluzioni sta nel fatto che i tunnel garantiscono una percorrenza più veloce ma sono a pagamento, e quindi presuppongono una spesa maggiore.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (4 voti, media: 4,50 su 5)
Loading...
     
Banner New York con Carlo
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.