neve a new york

Neve a New York

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 14 settembre 2018

La magia di New York in inverno è unica e lo si capisce da qualsiasi cosa si tocchi, si respiri o si veda camminando tra le sue Street e le sue Avenue nella stagione più bella dell’anno.

Il periodo natalizio, in particolare, regala delle emozioni indescrivibili a chiunque. E poco importa che la temperatura non sia favorevole: la magia di New York fa superare tutto.

Sicuramente non si tratta del periodo migliore per fare una passeggiata nei favolosi parchi o sorseggiare un cocktail su un rooftop newyorkese, ma gli addobbi e le luci che illuminano la città creano un’atmosfera da cui tutti dovrebbero essere avvolti almeno una volta nella vita.

Chi non vorrebbe ammirare l’albero di Natale per eccellenza al Rockefeller Center e pattinare sulla pista di ghiaccio immediatamente sotto?

Chi non vorrebbe assistere alla messa di Natale con coro gospel e aspettare la mezzanotte sotto la ball drop a Times Square?

Ovviamente, New York non è solo questo.

E il periodo invernale è uno dei migliori per godersi uno spettacolo dopo l’altro, nonostante la temperatura non sia proprio amichevole. Al contrario, fa davvero molto freddo, ma le difficoltà vengono completamente ripagate.

Quando nevica a New York?

Sicuramente New York non rientra tra le città con un clima apprezzabile durante l’inverno. Chi ha vissuto la Grande Mela almeno una volta da dicembre ad inizio primavera sa che le temperature possono essere davvero basse e che il vento può diventare il peggior nemico di qualsiasi turista.

In linea generale, già a novembre la temperatura minima può essere bassa, raggiungendo i 3 °C. Da dicembre in poi, come è risaputo, la neve è dietro l’angolo.

Nelle annate con temperature più basse si sono registrate nevicate anche ad aprile.

Ad ogni modo, salvo imprevisti – che tuttavia non sono rari – il picco nevoso si sviluppa tra dicembre e le prime settimane di febbraio. In questo periodo le precipitazioni sono abbondanti.

MeseGenFebMarAprNovDic
Giorni con nevicate4320,20,22,3
Media precipitazioni (cm)182291,50,812,2

Capodanno sotto la neve: ecco i più freddi

Per il turista che decide di trascorrere il Capodanno a New York, immaginare di trascorrere la mezzanotte a Times Square sotto la neve potrebbe sembrare un sogno. Chi l’ha provato – o ha tentato di provarci – può però assicurare che non è così.

Riuscire ad accaparrarsi un discreto posto in una delle piazze più belle e famose del mondo non è semplicissimo, soprattutto se la temperatura gioca a sfavore. Con un abbigliamento adeguato e tanta buona volontà è comunque fattibile.

D’altronde, lo scorso Capodanno quasi un milione di persone l’ha fatto, con circa -10 °C.

Se il Capodanno 2018 è stato uno dei più freddi mai vissuti prima, non bisogna nascondere che i newyorkesi sono abituati a determinate temperature.

Erano i primi giorni di gennaio 2014 quando il termometro segnava -13°C a Central Park e -16 °C fuori Manhattan. In quei giorni la paura era stata tanta.

L’aeroporto JFK, infatti, aveva chiuso per alcune ore dopo che un aereo Delta con 35 persone a bordo era slittato sull’asfalto ghiacciato, finendo fuori pista.

Bisogna indietreggiare di ulteriori 10 anni per arrivare a gennaio 2004, durante il quale si è registrato il record di -17°C. Dopo tale data, nonostante le ripetute tempeste di neve negli anni successivi, non si è più raggiunta una temperatura così bassa.

Cosa succede a NYC quando nevica?

central park con la neve

La vigilia di Capodanno e i primi giorni di gennaio 2018 hanno rappresentato un problema per migliaia di viaggiatori ai quali sono stati cancellati oltre 3000 voli in partenza e in arrivo dai vari aeroporti newyorkesi.

I disagi con cui è iniziato l’anno sono stati davvero tanti: oltre ai voli che hanno bloccato migliaia di turisti e lavoratori, anche le scuole sono rimaste chiuse per alcuni giorni.

Ma, come in ogni caso, esiste sempre il lato positivo della medaglia. Quindi, in linea generale, non bisogna dimenticare che New York è una metropoli decisamente organizzata sotto qualsiasi punto di vista; di conseguenza, non c’è assolutamente da preoccuparsi quando le previsioni meteo allertano la popolazione su una possibile e imminente nevicata.

Normalmente la metro, le scuole, così come, in generale, l’intera città non subiscono alcuna variazione.

Le più forti tempeste di neve a New York

È proprio la stazione meteorologica di Central Park, attiva dal 1869, a fornire interessanti dati sulle nevicate storiche che si sono rovesciate su New York.

Delle nevicate più abbondanti di sempre, sono solo 3 quelle antecedenti al 2000 e in particolare quelle del 1888, del 1947 e del 1996.

Dal 2003 ad oggi se ne sono susseguite diverse e questo può far intuire che stiano diventando sempre più intense e frequenti.

In questi ultimi anni la nevicata più abbondante in assoluto si è registrata nel 2006, con i suoi 26,9 pollici, ovvero 68,3 cm di neve caduta tra l’11 e il 12 febbraio. Molto più recente e quasi di pari livello è invece la nevicata del 22-23 gennaio 2016, quando i centimetri caduti sono stati 68,1 (26,8 pollici).

Ancora più recente è la storica nevicata di aprile 2018. Per il 2 aprile era infatti previsto un calo drastico delle temperature che, nonostante avessero raggiunto i 16°C nelle ore precedenti, sono scese a tal punto da consentire ai fiocchi di neve di aderire al suolo in pochissimo tempo. Alle 10 di mattina c’erano già 14 cm di neve. Si tratta di un record per il mese di aprile che non si registrava dal 1982.

Cosa fare quando c’è troppo freddo

Come detto più su il nemico peggiore è quando c’è il vento che rende l’aria veramente gelida.

Quindi una delle cose da mettere assolutamente in valigia è una bella cuffia che vi copra le orecchie.

Per il resto leggete l’articolo cosa fare quando piove a New York per avere tanti suggerimenti sulle cose da vedere, se è impossibile stare all’aria aperta.

 

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 
 
 
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.