Sea of lights, New York

Nuova installazione artistica al South Street Seaport

Il Seaport District a New York è diventato negli ultimi anni un punto di riferimento della vita artistica della Grande Mela, con le sue gallerie d’arte, le continue esposizioni di artisti emergenti, i ristoranti fusion e i numerosi concerti live che animano l’intera area.

Da questo 2017, nelle piccole stradine alle spalle del Pier 17, ad allietare gli eventi e la folla che si sposta da un locale all’altro, è arrivata una vera e propria opera d’arte interattiva, fatta di numerose sfere luminose che sembrano uscire dall’asfalto come veri dischi volanti.

Ma non si tratta delle classiche luci di Natale, nonostante l’albero che viene allestito in questo quartiere sia tra i più famosi in città. Si tratta, invece, di una creazione di Alexander Green e del Symmetry Labs, già ammirati e apprezzati per numerose opere d’arte in cui la luce è la padrona assoluta.

Di cosa si tratta

Queste sfere, alte fino a quasi 3 metri, cambiano colore al passaggio delle persone e, soprattutto, reagiscono ai rumori e alla musica. Al primo impatto i newyorkesi sono sembrati abbastanza perplessi perché, in effetti, arrivando sul posto non si capisce subito come approcciarsi a questa opera d’arte. Molti si aspettano di trovare schermi interattivi o cercano pulsanti per attivare i giochi di luce mentre altri si limitano solamente a sorseggiare il vino o la cioccolata calda che viene offerta ai presenti o a gustare lo zucchero a velo fluorescente.

Ma all’improvviso le sculture si animano con la musica in una vera e propria coreografia di colori e suoni che viaggiano all’unisono. è come se le sfere prendessero vita e accompagnassero le persone da una parte all’altra del Distretto, seguendo i movimenti di chi che le sfiora o semplicemente ci passa accanto.

Le sfere, infatti, sono composte da oltre 150.000 luci a LED e, fino ad ora, si tratta della più grande installazione luminosa mai realizzata. Alexander Green è uno degli artisti emergenti negli Stati Uniti, con la capacità innata di creare connessioni tra il mondo fisico e digitale. Nel tentativo sempre crescente di abbattere i confini tra la conoscenza e il mondo dell’espressività, Green è cresciuto studiando fisica e coltivando, nello stesso tempo, la passione per la musica jazz.

Per questo la musica e la scienza rimangono le principali fonti di ispirazione di tutti i suoi lavori. Negli ultimi anni, dopo avere fondato il Symmetry Labs, si è specializzato nella costruzione di opere d’arte modulari che ha chiamato dei veri e propri “strumenti luminosi”.

Artista versatile, ha girato video musicali, ha collaborato con famosi musicisti tra cui il violinista Tim Fain, e viene invitato a festival e conferenze per esporre questo suo nuovo modo di fare arte. E pensare che la sua vita artistica è iniziata solo nel 2012 quando decise di costruire quella che è stata la sua prima opera, ovvero un enorme cubo luminoso che potesse essere suonato esattamente come fa un dj con la propria musica.

La scelta di presentare l’installazione al Burning Man Festival in Nevada sembrava folle perché la manifestazione si sarebbe tenuta solo 6 settimane dopo ma, grazie alla collaborazione di quelli che sono poi diventati i suoi soci e cofondatori del Symmetry, l’opera fu completata e riscosse un successo notevole.

Per capire la genialità e la peculiarità delle opere di Alexander Green guardate questo video del suo Tree of Tenere, una delle opere più spettacolari installate nel deserto del Nevada.

Quando e come visitarle

Ma se passate a New York andate al South Street Seaport entro marzo 2018, sempre che Green non faccia una sorpresa ai suoi fan e decida di cambiare completamente la sua opera sostituendo alle sfere gli amati cubi che hanno dato inizio alla sua “luminosa” carriera da artista.

Le sculture si sono trovano in Fulton Street.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 
 
 
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.