Emergenza Coronavirus: voli dall’Italia a New York sospesi

Coronavirus New York

Carissimi lettori di Viaggi New York,

in questo periodo non si va New York, non si viaggia e si rimane a casa!

#iorestoacasa

Può sembrare un paradosso detto da noi, appassionati viaggiatori e “cittadini del mondo”, ma la situazione sanitaria sotto gli occhi di tutti impone a ciascun individuo di agire con la massima prudenza, fino a quando non arriveranno tempi migliori, con la collaborazione di tutti.

Solo allora potremo tornare a parlarvi di viaggi, tour, escursioni, e saremo felici di farlo.

Come sappiamo, per arginare la terribile emergenza legata alla diffusione del Coronavirus nel nostro Paese, dal 10 marzo 2020 e fino al 3 aprile tutti i cittadini italiani sono invitati a limitare ogni spostamento che non sia strettamente indispensabile.

Seguiamo quindi alla lettera queste disposizioni, oltre a tutte le raccomandazioni di igiene contro il virus indicate sul sito del nostro Ministero della Salute.

Comportarci con leggerezza in un momento come questo potrebbe presentarci un conto molto salato.

Ma cosa sta accadendo in America e a New York, in questo momento? Si possono fare viaggi dall’Italia? Le compagnie aeree stanno ancora volando?

Cerchiamo di fare chiarezza rispondendo a tutte queste domande.

La situazione del Coronavirus in America

Dopo un’iniziale minimizzazione dell’entità del problema da parte del Presidente Donald Trump oggi anche l’America, cifre alla mano, trema per il Covid-19 e prende le sue contromisure.

Il New York Times rileva che, alla data del 12 marzo 2020, il numero di casi noti di coronavirus ha superato quota 1.250, con almeno 37 decessi, evidenziando una sempre più ampia diffusione del virus, sia nelle due coste, sia nel centro del Paese.

Questi numeri, purtroppo, sono da considerarsi dinamici perché i casi sono in costante aumento.

Attualmente, lo Stato più colpito è quello di Washington (dove si è registrato il primo caso di contagio), seguito dalla California e dallo Stato di New York.

Il New York Magazine ha evidenziato la presenza di 52 contagi nella città di New York (dati del 12 marzo 2020).

Anche negli States, quindi, la vita di tutti i giorni sta cambiando.

Ci sono aziende che chiudono, college che cancellano le lezioni, governatori che invitano le persone ad evitare la folla, ed è stato cancellato il campionato di basket più importante del mondo, NBA, dopo che un giocatore dello Utah Jazz è risultato positivo al Covid-19.

Lo stato di emergenza è stato dichiarato da più di 10 Stati, tra i quali Washington, California, New York, la Florida e New Jersey. Nei prossimi giorni, verosimilmente, altri Stati potrebbero aggiungersi all’elenco.

Agli americani sono stati inizialmente sconsigliati tutti i viaggi non essenziali verso le destinazioni con i paesi maggiormente colpiti dal Covid-19 (inclusa l’Italia) e oggi, anche a seguito della dichiarazione di pandemia da parte dell’OMS, i provvedimenti sono diventati più drastici.

Il presidente Trump ha infatti deciso di chiudere gli USA all’Europa: i voli sono sospesi per un periodo iniziale di 30 giorni a partire da venerdì 13 marzo 2020.

Questo provvedimento coinvolge i passeggeri e le merci provenienti da tutti i Paesi europei (in tutto 26), ad eccezione del Regno Unito, e non riguarda i cargo commerciali.

I cittadini americani e quelli in possesso di green card sono esentati dal divieto, e lo stesso vale per i loro familiari.

Viaggi all’estero dall’Italia: sono permessi?

Ricordiamo che in questo periodo nessun italiano può uscire dall’Italia se non per uno dei seguenti motivi:

  1. esigenze lavorative
  2. situazioni di necessità
  3. motivi di salute

I viaggi per motivi turistici sono quindi categoricamente esclusi, e gli italiani possono viaggiare solo per una delle tre ragioni sopra indicate.

Stante la sospensione dei voli dall’Europa agli USA, attualmente un cittadino italiano non può volare negli Stati Uniti dall’Italia.

Voli Italia-USA: maggiori dettagli sulla sospensione dei voli dall’Europa

Già da alcuni giorni, svariate compagnie aeree come American Airlines, Delta e Alitalia avevano ridotto o sospeso i collegamenti con l’Italia.

Interviene ora la sospensione dei voli dall’Europa agli Stati Uniti, spiegata nella nota del 12.03.2020 del sito viaggiaresicuri.it facente capo al Ministero degli Affari Esteri, che riportiamo:

12.3.2020

COVID-19. Restrizioni all’ingresso per i viaggiatori provenienti dall’Area Schengen:

Il Presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sospensione temporanea, per un periodo iniziale di 30 giorni, dell’ingresso dei viaggiatori che, nei 14 giorni precedenti il tentativo di ingresso negli Stati Uniti, siano stati fisicamente presenti in uno dei Paesi dell’Area Schengen, inclusa l’Italia.

La disposizione entra in vigore dalle 23.59 del 13 marzo 2020, ora locale della costa est, ma non si applica ai viaggiatori che già siano a bordo di voli la cui partenza avvenga prima delle 23.59 del 13 marzo, ora locale della costa est.

Sono previste alcune eccezioni al divieto di ingresso (cittadini statunitensi e residenti permanenti o loro familiari, titolari di visto diplomatico e altri). Per maggiori informazioni, consultare il link https://www.whitehouse.gov/presidential-actions/proclamation-suspension-entry-immigrants-nonimmigrants-certain-additional-persons-pose-risk-transmitting-2019-novel-coronavirus/

In conseguenza della decisione presidenziale, il traffico aereo da/per l’area Schengen subirà una significativa variazione. Si raccomanda di consultare la propria compagnia aerea in merito allo stato del proprio volo e all’effettiva possibilità di imbarco.

***

Se avevate prenotato un volo per gli USA che ricade nel periodo della sospensione, suggeriamo di informarvi con la vostra compagnia aerea sulle modalità per ottenere il rimborso. L’Enac ha chiarito che questo spetta, come potete leggere qui.

Come informarsi: siti utili

Potete tenetevi informati sulla situazione a New York consultando questi siti ufficiali:

Cogliamo l’occasione per sottolineare che il nostro sito non intende assolutamente sostituirsi alle fonti ufficiali di informazione, dove troverete notizie sempre aggiornate.

Cosa, fare, quindi?

Come abbiamo detto, questo non è il momento giusto per affrontare un viaggio verso qualsivoglia destinazione.

Quindi, aspettiamo, pazientiamo, seguiamo tutte le indicazioni che ormai conosciamo bene, rimaniamo a casa e troviamo qualcosa di bello da fare.

Viaggiamo, per il momento, solo con la mente, e tutto andrà bene!

Tutto andrà bene, Coronavirus.
Un augurio per tutti.
30 Condivisioni

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 
 
 
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *