sabato , 10 dicembre 2016
In primo piano
Home > Interviste di viaggi a New York > I consigli di Aline
Aline Non Viaggio abbastanza
Aline Non Viaggio abbastanza

I consigli di Aline

A raccontarci dei suoi viaggi a New York oggi è Aline, la travel blogger di Non viaggio abbastanza.
Nel suo blog scrive delle sue esperienze in prima persona dando ai suoi lettori consigli utili e pratici suggerimenti per chi vuole godersi a pieno la sua meta.

Il tuo blog mi sembra davvero molto ben curato. Qual è la tua ricetta per proporre contenuti interessanti per gli utenti?
Innanzi tutto grazie! Ci metto molto impegno e tantissima passione. I contenuti che scelgo per il mio blog derivano da esperienze vere, vissute in prima persona, parlo dei miei viaggi e delle emozioni che vivo in giro per il mondo. Cerco principalmente di fornire ai miei lettori informazioni pratiche, utili per poter organizzare un viaggio e cerco di dare consigli per poter apprezzare al meglio luoghi lontani e vicini.

Tra le tue tante mete hai visitato New York il ricordo più bello che hai di questa città?
New York era un sogno fin da bambina. Ho sempre saputo che l’avrei vista con i miei occhi un giorno e quando ne ho avuto la possibilità ho saltellato di gioia per tutta la stanza. Ci sono stata tre volte e quando le sto lontana per un po’ ne sento la mancanza. Mi succede raramente perché di solito mi piace visitare posti nuovi. Ma lei mi attira a sé come una calamita e spero di tornarci nel 2016. Il ricordo più bello? La prima volta che ho messo piede a Manhattan e ho guardato verso il cielo, parzialmente coperto dai grattacieli e ho sentito quell’appagante sensazione di un sogno che si realizza.

Ho solo tre giorni per godermi New York, cosa mi suggerisci di vedere assolutamente e quali luoghi visitare se avanza tempo.
Ci sono dei luoghi a New York che vanno assolutamente visti. Ma tre giorni sono pochini per cui bisogna fare delle scelte. Io consiglierei assolutamente un giro in Central Park, attraversare Times Square, passeggiare lungo la 5th avenue, salire all’osservatorio Top of The Rock al tramonto. Se devo consigliare uno tra i musei della città direi Moma, il mio preferito. Ma qui sono gusti, ci sono tanti altri musei interessanti. Poi la statua della libertà è un must, almeno una volta bisogna andare a vederla da vicino. Infine una bella passeggiata a Brooklyn attraversando il ponte a piedi. Ma New York la si vive camminando per le sue strade, guardando all’insù. Se avanza tempo io andrei a curiosare nei quartieri di Manhattan come Chelsea, East e West Village, Union Square e Flatiron District, Little Italy e Chinatown.

Times Square
Times Square

Mi consigli un locale di New York in cui mangiare bene e spendere poco?
A New York è facile trovare un posto in cui mangiare bene, spendere poco è un po’ più difficile! Ricordo di aver mangiato uno dei migliori hamburger di sempre al Burger Joint, piccolo locale nascosto nella sfavillante hall dell’albergo Le Parker Meridien, a Midtown. Gli hamburger sono squisiti, di dimensioni umane e i prezzi onesti.

Bici, taxi, metro, bus, a piedi, auto. Qual è secondo te il modo migliore per visitare questa città?
Generalmente amo girare per le città a piedi per osservare al meglio ciò che mi circonda. New York non fa eccezione, ma è doveroso segnalare che le distanze a volte sono enormi e ciò che sulla mappa sembra vicino non sempre lo è! Comunque ad ogni angolo c’è una fermata della metropolitana ed è un mezzo molto veloce che ho usato spesso nella Grande Mela. Per arrivare da un punto all’altro di Manhattan, è anche molto comodo prendere un taxi, sono economici e si trovano ovunque.

Dove preferisci alloggiare durante i tuoi viaggi? Casa in affitto, albergo o b&b? Qual è il quartiere migliore di New York dove dormire?
Di solito mi piace scegliere l’alloggio in base alla meta. Non ne ho uno preferito in assoluto. In un piccolo borgo in Italia sceglierei un B&B, per un viaggio in compagnia di amici una casa in affitto è l’ideale, ma ammetto di avere un debole per gli hotel moderni e di design. A new York ho alloggiato sia in hotel che in appartamento ed entrambe le volte sono stata molto bene. Ovviamente consiglio di soggiornare a Manhattan per avere a portata di mano le attrazioni principali della città. Prediligo i quartieri che si trovano nella parte sud di Manhattan, penso siano leggermente più tranquilli e forse si trovano soluzioni un po’ meno care. Se dovessi sceglierne uno direi Union Square.

Quale sarà il tuo prossimo viaggio?
Tra meno di un mese andrò in Tanzania, a Zanzibar. Non vedo l’ora!

  

  




Leggi anche

Elisa di Tripvillage

I consigli di Elisa

Il viaggio per Elisa ogni volta è come una boccata di ossigeno, un’esperienza che l’arricchisce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X