La Federal Hall a Wall Street

Wall Street e il Financial District, New York

44 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 26 Agosto 2019

Il distretto finanziario di New York (Financial District), a Manhattan, è la sede del governo della città di New York e del New York Stock Exchange, la borsa americana che si trova al numero 11 della leggendaria Wall Street.

Il centro finanziario e istituzionale della Grande Mela, con le sue numerose attrazioni, è una tappa irrinunciabile per i turisti. Quando ci andrete, vedrete maestosi grattacieli, antichi edifici e (di giorno) eleganti uomini e donne d’affari che camminano frettolosamente per le strade, presi da mille pensieri lavorativi.

Il vostro passo rilassato da turisti sarà molto diverso dalla loro marcia con valigette al seguito!

E come tanti altri quartieri di New York (TriBeCa, NoLita, SoHo, per esempio), anche il Financial District si è meritato un acronimo: “FiDi”! Andiamo a conoscerlo.

Un quartiere con due volti

L’aspetto della zona degli affari cambia drasticamente a seconda del momento della giornata.

Durante il giorno è brulicante di newyorkesi si muovono a passo sostenuto (il tempo è denaro!), mentre la sera, dopo la chiusura di banche e uffici, si svuota e diventa silenzioso.

Anche nei fine settimana l’atmosfera è più distesa, e i marciapiedi diventano territorio esclusivo dei vacanzieri.

Se volete cogliere l’anima del quartiere legata al business e alla finanza, beh, allora dovete andarci in giorni e orari lavorativi!

Dove si trova e come arrivare

Il Financial District si trova nella zona di Lower Manhattan. Il quartiere è delimitato

Ma il cuore pulsante del Financial District qual è? Spesso, è considerato l’angolo tra Wall Street e Broad Street.

Potete arrivare con facilità nel distretto finanziario, con le linee 2, 3, 4, 5 della metro, stazione Wall Street.

Cosa vedere in zona

Nel Financial District, oltre a respirare l’aria “degli affari” (!) c’è tanto da vedere:

Wall Street con il New York Stock Exchange

Wall Street è la via più famosa del Financial District e un simbolo mondiale del business, nonostante sia una strada molto piccola.

Il suo nome contiene il riferimento alle mura (Wall) della città che si trovavano qui, dato che la strada delimitava il confine a nord dell’insediamento di Nuova Amsterdam.

Queste mura, erette nel 1653 dagli olandesi per proteggersi dai nativi americani e dagli animali, furono in seguito smantellate dagli inglesi.

Come sapete, a Wall Street si trovano le sedi centrali delle più importanti banche americane, e gli impiegati che lavorano negli uffici finanziari sono migliaia.

Al numero 11 di Wall Street, in particolare, si trova la borsa americana, New York Stock Exchange, soprannominata “Big Board”. L’andamento di tutti i mercati internazionali dipende da ciò che avviene qui: ogni giorno sono contrattati circa 150 milioni di titoli.

L’imponente ed elegante edificio che la ospita somiglia ad un tempio, con sei robuste colonne. Una degna sede per la più grande borsa valori del mondo.

Potrebbe venirvi voglia di entrarci, per rivivere le sensazioni provate vedendo il celebre film Wall Street con Michael Douglas e Charlie Sheen, ma non è possibile! Si può guardare solo dall’esterno.

Federal Hall

Nel cuore del quartiere, al 26 di Wall Street, si trova l’edificio della Federal Hall; costruito come sede della dogana, nel 1864 fu la sede staccata del Dipartimento del Tesoro e dal 1925 divenne un monumento.

Qui George Washington fece il suo giuramento per diventare Presidente degli Stati Uniti nel 1789: ecco perché troverete la sua statua ad accogliervi.

L’edificio storico di marmo bianco della Federal Hall somiglia al Partenone, e potete entrare gratuitamente a dare un’occhiata. Lo troverete aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 17.00.

Fraunces Tavern

Al numero 54 della vicina Pearl Street, all’angolo con Broad Street, si trova la Fraunces Tavern, un museo e una vera e propria taverna in stile coloniale dove si può mangiare.

La taverna è stata costruita nel 1719, inizialmente come residenza elegante per il mercante Stephan Delancey; nel 1762 fu acquistata da Samuel Fraunces, che la trasformò nella taverna che possiamo vedere ancora oggi.

È diventata famosa principalmente perché è il luogo dove George Washington, nel 1783, fece il suo discorso d’addio agli ufficiali dell’Esercito Continentale.

La taverna ha avuto un ruolo importante anche durante le attività prerivoluzionarie.

Dopo la guerra, quando New York era la capitale degli Stati Uniti, la taverna fu presa in affitto dal nuovo governo per ospitare gli uffici del dipartimento della guerra, del tesoro e degli affari esteri.

Il museo ha visto la luce nel 1907; espone armamenti, bandiere, opere d’arte e altri oggetti d’epoca rivoluzionaria. Potete visitarlo dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 17.00, sabato e domenica delle 11.00 alle 17.00.

Il costo di entrata è di $7 ($4 per gli over 65 e dai 6 ai 18 anni, ed è incluso nel New York Pass). Come detto, è anche possibile mangiare nella taverna. Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale.

Trinity Church con la St. Paul’s Chapel

D’obbligo, una visita alla Trinity Church al 79 della Broadway vicino Wall Street.

Questa chiesa episcopale è la più antica parrocchia di Manhattan, fondata nel 1697.

In passato accoglieva, con il suo campanile ben visibile, i navigatori in arrivo al porto di New York, come un faro di benvenuto. Provate ad immaginare questa bellissima scena!

Ora l’immagine diventerà meno bella. La chiesa, infatti, subì un terribile incendio nel 1776 durante la Rivoluzione Americana. Fortunatamente, nel 1790 fu ricostruita in stile neogotico dall’architetto Richard Upjohn e ampliata nel 1846.

All’incendio sopravvisse solo la St. Paul’s Chapel (cappella annessa alla Trinity Church), che è il più antico edificio religioso attualmente in uso a New York.

La cappella è stata frequentata da illustri fedeli tra i quali spicca George Washington: il banco che occupò è ben conservato all’interno del santuario.

La St. Paul’s Chapel è stata anche la sede di soccorsi volontari per ben otto mesi dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001.

Se troverete aperta la Trinity Church, entrate! Considerate che Il 9 luglio 1976 è stata visitata dalla Regina Elisabetta II del Regno Unito: non vorrete essere da meno? 🙂

La chiesa comprende anche un cimitero dove sono sepolti famosi personaggi: dai padri fondatori degli Stati Uniti, ad Alexander Hamilton, a Robert Fulton, che inventò il battello a vapore.

Charging Bull

Non vi dimenticherete certo di fare foto e selfie con il Charging Bull, il toro di Wall Street (pare che toccarlo porti molta fortuna!).

La statua di bronzo del peso di circa tre tonnellate è stata realizzata dallo scultore siciliano naturalizzato statunitense Arturo Di Modica.

Il famoso “toro che carica” si trova nel Bowling Green Park, il piccolo parco che è anche il più antico di New York (qui trovate alcune informazioni su di lui).

Il Charging Bull simboleggia la forza e la speranza per il futuro degli americani; ha raggiunto la celebrità dopo che lo scultore lo ha lasciato davanti alla Borsa di New York, in violazione delle licenze cittadine, il 15 dicembre del 1989.

Che pazzia! Eppure, è ancora lì (il toro; lo scultore probabilmente è a casa sua, oppure al lavoro).

All’inizio del 2017, il toro ha trovato compagnia: di fronte a lui è stata posizionata la piccola statua in bronzo di una bambina, “Fearless Girl“, che lo fronteggiava senza paura simboleggiando le battaglie delle donne.

Arturo Di Modica non ha apprezzato questo gesto, rilevando che il toro è stato così trasformato in un simbolo negativo.

A seguito delle polemiche, la statua della bambina – opera della scultrice americana Kristen Visbal – è stata rimossa nel novembre 2018 e il mese successivo trasferita di fronte alla facciata New York Stock Exchange.

Sul sito originale oggi si trova una targa con le impronte dei suoi piedi.

Charging Bull – Il toro di Wall StreetVai all’approfondimento

Federal Reserve Bank of New York

La trovate al 33 di Liberty Street, dove si fa notare molto bene, dato che occupa l’intero isolato tra Liberty, William e Nassau Streets e Maiden Lane!

La Federal Reserve Bank of New York è una delle banche federali degli USA, che supervisiona le istituzioni bancarie per mantenere la stabilità finanziaria. Stabilisce inoltre la liquidità monetaria, effettuando immissioni di valuta contante nel sistema, quando lo ritiene necessario.

Il più grande deposito d’oro del mondo, immagazzinato per conto di istituzioni governative di tutto il mondo, si trova proprio qui, sotto il livello della strada, e abbiamo visto i suoi lingotti d’oro in tanti film americani.

Vorreste visitare di persona questo luogo e sbirciare nel suo caveau contenente i lingotti? Potete farlo!

Dovete prenotare la vostra visita gratuita (che sarà in lingua inglese) 30 giorni prima della data richiesta. In questa pagina del sito ufficiale trovate tutte le informazioni utili.

Liberty Tower

Questo grattacielo in pietra calcarea (ex Sinclair Oil Building), si trova al 55 di Liberty Street all’angolo di Nassau Street: realizzato agli inizi del Novecento, è in stile neogotico.

Sollevate lo sguardo per notare i suoi elementi in terracotta che rappresentano alligatori, uccelli e soggetti di fantasia.

La Liberty Tower ha nel suo curriculum un curioso primato: nel 1910 è stato il palazzo più alto del mondo con una base così piccola.

26 Broadway – Standard Oil Building

Un altro grattacielo che vi farà sollevare la testa. Si trova al 26 di Broadway, è alto 160 metri e sulla sua cima si trova – strano ma vero – una lampada ad olio, perché l’edificio fu sede della compagnia petrolifera Standard Oil Trust.

Nello Standard Oil Building visse, alla fine del 18esimo secolo, Alexander Hamilton con la moglie e la famiglia.

Trump Building – 40 Wall Street

C’è anche lui. Completato nel 1930, e originariamente noto come “La Banca di Manhattan”, il Trump Building fu per qualche tempo il grattacielo più alto del mondo.

Ha 70 piani, è in stile neogotico e appartiene alla Trump Organization.

Museum of American Finance

Un museo piccolo, ma interessante, dedicato alla conservazione, all’esposizione e all’insegnamento della finanza e della storia finanziaria americana. È affiliato alla Smithsonian Institution e si trova al 48 di… Wall Street, naturalmente.

The Skyscraper Museum

Un museo che farà la felicità degli appassionati di architettura!

Dedicato ai grattacieli, si sviluppa su due spazi espositivi e celebra il patrimonio architettonico di New York. Si trova al 39 di Battery Place.

I luoghi legati agli attentati dell’11 settembre 2001

Nella parte ovest del Financial District si trovano i luoghi dedicati alla memoria degli eventi dell’11 settembre: il 9/11 Memorial, il 9/11 Museum, il 9/11 Tribute Center, la Freedom Tower.

9/11 MemorialVai all’approfondimento

9/11 MuseumVai all’approfondimento

9/11 Tribute CenterVai all’approfondimento

Freedom Tower -One World Trade CenterVai all’approfondimento

Nel nuovo World Trade Center si trovano anche degli imponenti grattacieli di recente costruzione, come il Three World Trade Center (175 Greenwich Street) e il Four World Trade Center (150 Greenwich Street).

Oculus

La moderna stazione Oculus, il grandissimo polo del trasporto pubblico in arrivo e in partenza dal nuovo World Trade Center, è un’altra tappa da non perdere.

Progettata dall’architetto Calatrava, non è affatto una comune stazione!

OculusVai all’approfondimento

Dove mangiare

Nel distretto finanziario troverete tanti punti di ristoro. Quelli di più alto livello, frequentati dai colletti bianchi, si trovano prevalentemente intorno a Wall Street.

Qualche suggerimento:

  • Fraunces Tavern (54 Pearl Street), che vi abbiamo già presentato nel paragrafo sulle cose da vedere
  • Underdog (55 Stone Street). Un cocktail bar a due livelli che serve drink creativi e snack, piatti da condividere, panini, zuppe e insalate
  • Adrienne’s Pizzabar (54 Stone Street). Pizzeria con personale rapido e cortese, anche se il conto sarà sicuramente un po’ salato
  • Ulysses (95 Pearl Street), ristorante irlandese con una bella atmosfera
  • Insomnia Cookies (76 Pearl Street), negozio di appetitosi biscotti
  • Manhatta – sì, senza la enne finale – (28 Liberty St 60th floor), serve drink per l’happy hour
  • Pisillo Panini Italiani (97 Nassau Street), propone panini grandi con materie prime di qualità e veri sapori italiani
  • The Irish American Pub (17 John Street), locale allegro e rumoroso che propone buoni hamburger, insalate e birre. Ha anche la sua sala giochi

Dormire in zona Wall Street

Soggiornare qui è consigliato a chi vuole dormire a Manhattan ma cerca un quartiere meno affollato rispetto alla zona di Midtown Manhattan.

Shopping nel distretto finanziario

Perché no? Vi segnaliamo alcuni negozi:

  • Tiffany (37 Wall Street), l’iconica gioielleria. Dato che non potrete portare a casa come souvenir un lingotto della Federal Reserve Bank, qui – budget permettendo – potreste consolarvi! La sede della gioielleria più famosa, comunque, è quella della Fifth Avenue
  • Hermès (15 Broad Street), noto brand di lusso
  • Gift Works (70 Pine Street), negozio di articoli da regalo
  • T.J. Maxx (14 Wall Street), grande magazzino che propone articoli per la famiglia e la casa, con sconti fino al 60%
  • Century 21 (22 Cortlandt Street), outlet di abbigliamento
  • Westfield World Trade Center, grandissimo centro commerciale che si trova nel complesso del World Trade Center, e per la precisione nella stazione Oculus

Tour del Financial District

Un tour in italiano è il modo migliore per andare alla scoperta di New York!

La zona del Financial District e di Wall Street fa parte del tour in italiano “Downtown Manhattan” con la guida esperta Frank de Falco. Ve lo consigliamo.

Tour di Downtown Manhattan
Tour in italiano di Downtown Manhattan

Il Financial District è una delle tappe del tour Downtown Manhattan con Frank.
Prenota subito e paga a New York!

Se avete acquistato il New York Pass, potete prendere in considerazione anche il Tour a piedi di Wall Steet, compreso tra le attrazioni. Si tratta però di un tour guidato in lingua inglese.

Cenni storici

Anche se il suo aspetto attuale è improntato alla modernità, il distretto finanziario è la zona più vecchia di New York.

Il legame storico con la finanza mondiale ha origini lontane, da quando nel 1635 gli olandesi stabilirono qui la sede della West India Company.

Da allora, gli scambi commerciali aumentarono incessantemente; intorno alla fine del Settecento sul bordo di Wall Street fu fondata l’associazione dei commercianti newyorkesi, che poco dopo – nel 1817 – avrebbe portato alla nascita del New York Stock Exchange, la Borsa di New York.

Quest’area è un riferimento universale per il business. D’altronde se pur in un testa a testa con Londra e Tokyo, New York resta la capitale finanziaria del mondo!

La Grande Mela è sempre in movimento, e il Financial District non fa eccezione. Il quartiere, infatti, si sta evolvendo; iniziano ad abitarci famiglie e studenti, e nascono nuovi condomini, negozi e supermarket.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze


Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (7 voti, media: 4,00 su 5)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

44 commenti su “Wall Street e il Financial District, New York”

  1. Ciao Carlo e complimenti per il sito. E’ da qualche giorno che cerco di prenotare il tour alla Federal Reserve per un giorno della prima settimana di Ottobre ma, pur collegandomi all’ora corretta e selezionando la data in oro come da istruzioni, il sistema non mi fa procedere. Ho anche scritto una mail ma al momento non ho ricevuto riscontro. Tu riusciresti ad aiutarmi?
    Ti ringrazio molto.

    1. Ciao Massimo,
      ti ringrazio per avermi contattato. Puoi richiedere una mano per l’organizzazione del viaggio, tramite commento, sarò felice di aiutarti.

  2. Ciao, complimenti ancora per il sito.

    Ho un duddio relativo al Wall Street Walks; il tuor parte soltanto alle 11:00? E’ possibile percorrere l’intinerario del tour anche singolarmante (senza guida) o vi sono delle limitazioni?

    Grazie
    Luca

      1. ciao Carlo, scusami se mi inserisco nella vostra conversazione, ma vorrei chiederti se puoi aiutarmi. Io e mio marito saremo a New York ad agosto. Vorremmo visitare la Federal Reserve Bank, ho letto il sito e tutte le info al riguardo e anche le moe FAQs. Solo che non ho capito come ci si prenota online!!! ok, ho capito che ancora è presto per agosto (noi vorremmo andare il 15 agosto), ma non ci sarei riuscita nemmeno x una data di aprile o maggio….mi potresti dire come si fa? Per il 15 agosto, devo aspettare diciamo il 13 o 14 luglio e poi, cosa faccio? clicco sulla data del 15 agosto?? Ho provato per curiosità a farlo per unadata del 1 giugno che era ancora disponibile, ma non succede assolutamente nulla se clicchi sulla data? sono avvilita….20 anni in giro per il mondo e poi non riesco a fare una prenotazione online : – (
        Scusate ancora l’intrusione e grazie per l’aiuto che potrai darmi
        ciao e buona giornata a tutti
        sheila

  3. Ciao Carlo io e mio marito saremo a ne dal 07 al 14 giugno, vorremmo visitare la federal reserve, mi consigli un tour con giuda in italiano. Grazie

  4. ciao, volevo sapere se attualmente è possibile assistere alle contrattazioni di borsa, avevo letto che forse per un periodo, per motivi di sicurezza, non era più possibile accedervi.
    Eventualmente volevo sapere quant’è il costo (non so se è quello che tu indichi di 7 dollari) per entrare e quali sono i giorni e gli orari possibili.
    Grazie anticipate!!!

    1. Ciao Valentina,
      non si può più assistere dal 2001.
      Comunque è possibile visitare la Federal Reserve, con prenotazione gratuita.
      PS: Il costo di 7 dollari è per visitare la Fraunces Tavern…

      1. Grazie Carlo!

        Sto organizzando il nostro viaggio e credo di contattarti di nuovo… Sai dare informazioni davvero utili. Grazie ancora!!

  5. Ciao Carlo,

    sarò a NY dal 26 ottobre al 2 novembre e volevo visitare la federal reserve ma purtroppo i posti sono già esauriti.
    Vedo però che sono disponibili i posti per il tour FedWorks: Money, Banking and the Federal Reserve System.

    Che differenza fa dall’altro tour? C’è la possibilità di accedere al caveau con i lingotti d’oro? In sostanza, anche se non è il tour completo, merita?

    Grazie mille! Sei una risorsa fantastica!!!

    1. Ciao,
      puoi postarmi il link dove hai trovato il tour? Perché a quanto ne so io, non si tratta di un vero tour, bensì dei workshop dedicati a insegnanti e studenti per avere più familiarità con l’economia e con i compiti della Federal Reserve.

        1. La Fed Works a differenza del tour consigliato su questo sito, non ha la guida e quindi anche le cose che si visitano sono limitate e infatti è specificato che non è incluso il caveau.

          1. Ciao Carlo,

            ho monitorato giornalmente le disponibilità alla Federal Reserve e sono fortunatamente riuscito a trovare posto nella settimana in cui sarò a New York.

            Avevo bisogno però di un’informazione: ho letto che è necessario portare con sè un documento ma vorrei evitare di portarmi a spasso per NYC il passaporto (e rischiare di perderlo).
            La carta d’identità italiana è considerato un documento valido?

            Grazie mille!

  6. Ciao Carlo, vorrei gentilmente sapere se sia possibile visitare il palazzo della borsa o se è stato definitivamente proibito dal 2001. Grazie

    1. Ciao Federica,
      no non è più possibile visitare la Borsa di New York. E’ possibile però la visita alla Federal Reserve, è molto interessante ed è gratuita.

  7. Ciao Carlo,
    ormai manca meno di un mese alla mia partenza per new york.
    Ho letto il tuo itinerario e sto vedendo cosa mi interessa e cosa no anche se devo dire mi interessa quasi tutto e devo farti i complimenti per com’è fatto davvero bene.
    Penso che comprerò anche il NY PASS. Ho intenzione di fare la WALL STREET WALKS ma non mi è chiaro una volta acquistato il NY PASS come si prenota. Poi ti volevo chiedere approfittando della tua disponibilità. Ma nel caso non prenotassimo alcune attrazioni, una volta lì c’è la possibilità cmq di visitarle ovviamente con le file che ci saranno?
    Grazie

      1. Gentilissimo,
        un’ultima cosa ma in caso non prenotassi il tour a wall street posso comunque girarla liberamente e andare tipo dove c’è la BORSA, il TORO (in Bowling Green)? grazie ancora

        1. Ciao Bera,
          certamente puoi visitare il financial district autonomamente, ma il tour prevede comunque una visita guidata alle importanti attrazioni della zona e la visita a Ground Zero.

  8. ciao! ho trovato una buona sistemazione nel financial district, in john street. siamo una giovane coppia, quindi vorremmo stare in un posto movimentato. l’appartamento è spettacolare e possiamo averlo per pochi soldi ma…. ne vale la pena????

    1. Ciao Romilda,
      se volete stare in una zona movimentata il Financial District non è di certo l’ideale in quanto si tratta di una zona di uffici e che quindi segue i ritmi di vita di questi. Poi, a meno che la persona che vi affitti l’appartamento non sia una persona di vostra fiducia, se l’appartamento è molto bello e costa troppo poco, state in guardia.

      1. si, la persona è di fiducia… anche per questo il prezzo è basso! tu in che quartieri mi consigli di prendere un appartamento?

      2. Ciao Carlo,

        ti ringraziamo in quanto le informazioni sono molto utili. Vorremmo prenotare il wall street walk, ma non riusciamo a capire come si fa. E necessario aver prima acquistato la nyc pass?

        grazie

  9. Ho visto da una webcam che il Charging Bull è transennato e circondato di poliziotti giorno e notte !
    Che peccato …

    Come mai ?

  10. Ciao Carlo
    Lo stesso giorno abbiamo prenotato alle 11.00 am il traghetto per la statua della libertà e alle 4.00 pm il tour della FED. Ho paura di aver fatto una stupidata, essendo forse, troppo ravvicinate le 2 prenotazioni. Tu che dici?? Riesco a fare entrambe in tranquillità o è meglio cancellare la prenotazione alla FED??

    Considera che sarebbe un lunedì (04-06-2012)

    Grazie come sempre

  11. Carlo come sempre sei gentilissimo.
    Grazie mille e buona giornata.
    Ci risentiremo sicuramente per i prossimi miei dubbi… 😉

  12. ciao carlo vorrei prenotare il tour della FED ma sul sito leggo due opzioni:
    1) FedWorks: Money, Banking and the Federal Reserve System
    2)The New York Fed and the Federal Reserve System (guided tour only)

    quale mi consigli?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *