Consigli sulla prenotazione di un hotel a New York

81 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 6 Settembre 2019

Guida alla prenotazione di un hotel a New York

Nella foto qua su la Ty Warner Penthouse all’ hotel Four Seasons di New York. Costo: $32.000 a notte.

Oltre alla zona in cui dormire, la prenotazione di un hotel a New York ha altri aspetti da approfondire, in modo che si faccia una scelta saggia e oculata, per non avere imprevisti una volta arrivati nella Grande Mela.

Questa pagina nasce dalle domande che spesso vengono poste, da chi si appresta a organizzare un viaggio a New York.

È necessaria una carta di credito?

Averla è sempre meglio ma non è obbligatoria.

Io solitamente pago l’albergo al momento della prenotazione su internet.

Nei miei diversi viaggi sia in Europa, sia a New York, ho spesso fornito una carta prepagata (postepay nello specifico) che è sempre stata accettata senza problemi.

Qualche albergo addebita un importo (varia da struttura a struttura), altri segnano solo il numero.

L’importo solitamente varia in base ai servizi presenti in camera (telefono, minibar, paytv, ecc…) di cui potresti usufruire.

In uno dei miei viaggia a New York ad esempio, per una settimana mi hanno bloccato circa $40 che mi hanno restituito pochi giorni dopo il mio rientro. Nel caso non si possieda una carta è possibile anche versare un deposito in contanti.

Sono obbligatorie le mance?

Chiariamo che non lo sono per legge, ma lo sono moralmente.

Così come per i camerieri nei ristoranti, anche parte del personale dell’albergo trae la maggior parte del suo stipendio proprio dalle mance.

Quindi lasciare $2 sul comodino al cameriere/a che rimette a posto la vostra camera è altamente consigliato e non credo sarà un grosso problema economico per voi.

Al facchino si lascia $1 a valigia, sempre che vogliate usufruire di questo servizio (personalmente, mai utilizzato).

Le tasse degli hotel di New York

Per gli alberghi a New York si pagano, il 14,75% di tasse, più $3,50 a notte di tassa comunale ($9,50 per i 5 stelle).

Su molti siti, soprattutto quelli che richiedono il pagamento anticipato, il prezzo totale è già inclusivo delle tasse locali, per cui non vi accorgerete nemmeno della loro esistenza. Altri invece che prevedono il pagamento in loco, mostrano il prezzo, ma specificano che sono escluse le tasse. Ormai tutti i siti includono nel prezzo anche il costo delle tasse.

Esempi dei principali siti di prenotazione che includono già le tasse

Booking.com, Expedia, Hotels.com

Colazione in hotel

Spesso quando mi vengono chiesti consigli su dove alloggiare, la maggior parte preferisce avere la colazione in hotel.

Indubbiamente è una grande comodità, però pochi hotel di New York la includono e più frequentemente bisogna pagarla a parte (scopri la mia scelta di hotel con colazione inclusa).

Se non è inclusa è un costo molto rilevante, in quanto viene fatta pagare alquanto cara (anche $28 al giorno a persona). Quindi il mio consiglio è di lasciar perdere la colazione in albergo se questa non è inclusa e di fare colazione in uno dei centinaia di posti che si trovano, specialmente se alloggerete in centro a Manhattan.

Nella maggior parte dei casi con circa $5 potrete fare un breakfast soddisfacente.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (15 voti, media: 3,80 su 5)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

81 commenti su “Consigli sulla prenotazione di un hotel a New York”

  1. Ciao, ho prenotato al seton hotel, nella prenotazione c’è scritto se fumi in camera paghi 250 dollari di pulizia camera. Io di certo non fumo in camera ma mi torna strana questa cosa, non è che ci marciano? che dici dell’ hotel? cosa mi consigli li vicino per colazione? Ciao Gianluca e grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *