Le stazioni abbandonate della metro di New York

La metropolitana di New York è una delle più antiche reti di comunicazioni metropolitane al mondo, che venne inaugurata il 27 ottobre 1904 dalla Interborough Rapid Transit, la prima compagnia della metropolitana di New York City.

Il primo capolinea della metropolitana della Grande Mela fu la famosa City Hall Loop. Nel corso degli anni la metropolitana di New York è stata ampliata e modernizzata grazie alla costruzione di nuove linee e stazioni, che hanno portato alla conseguente chiusura di vecchie stazioni che col tempo si sono rilevate inutili ed inadeguate.

Alcune stazioni sono state demolite, mentre altre sono state semplicemente chiuse al pubblico: tra queste c’è anche la City Hall Loop, la prima stazione della metropolitana newyorkese, che venne chiusa il 31 dicembre del 1945 dopo oltre 41 anni di servizio e che, grazie ai suoi particolari architettonici, rappresenta oggi una meta turistica della città di New York. Vediamo qua di seguito quali sono le stazioni abbandonate di New York City.

City Hall Loop, Manhattan

La stazione abbandonata di City Hall
La stazione abbandonata di City Hall

La più famosa tra le stazioni abbandonate della metropolitana di New York è la City Hall Loop, che si trova a Manhattan e che fu il terminal meridionale della metropolitana di Interborough Rapid Transit (fu inaugurata il 27 ottobre 1904). La stazione, che doveva essere il fiore all’occhiello della nuova metropolitana, venne progettata dall’architetto Rafael Guastavino in stile romanico rinascimentale e si caratterizzava per il bellissimo ed elaborato soffitto a lucernario con vetri colorati e per gli archi a volta decorati dai quali pendevano dei bellissimi lampadari in ottone. La stazione venne chiusa il 31 dicembre del 1945 perché, essendo della tipologia a “cappio di ritorno“, aveva una curva molto stretta e non permetteva il passaggio dei nuovi treni che erano molto p iù lunghi di quelli utilizzati fino al 1945. Le visite alla stazione sono gestite dal New York Transit Museum.

Video della stazione

Court Street, Brooklyn

Tra le stazioni abbandonate della metropolitana di New York, quella di Court Street ha acquistato nuova vita grazie alla nascita del New York Transit Museum. Questa stazione, che si trova nel distretto di Brooklyn, venne inaugurata il 9 aprile 1936 per poi essere chiusa ed abbandonata il 1 giugno 1946 a causa della sua vicinanza con molte altre stazioni di Downtown Brooklyn.

Negli anni ’60 la stazione iniziò ad essere utilizzata per girare alcune scene dei film e venne riaperta al pubblico il 4 luglio 1976 per ospitare la New York City Transit Exhibit in onore del Bicentenario degli Stati Uniti.

La mostra doveva essere temporanea, ma ebbe talmente tanto successo che restò aperta in modo permanente, trasformandosi nel New York Transit Museum, ovvero in un vero e proprio museo che mostra la storia e la tecnologia dei trasporti pubblici della città di New York, nel quale si possono ammirare cimeli della metropolitana, degli autobus, delle ferrovie newyorkesi.

18th Street, Manhattan

Stazione abbandonata di 18th Street, New York
Stazione abbandonata di 18th Street, New York Foto via Glassian.org
Anche questa stazione metropolitana abbandonata si trova a Manhattan e faceva parte della prima linea della metropolitana di New York aperta il 27 ottobre del 1904. Dal punto di vista architettonico è dotata di un soffitto di vetro che permette di illuminare naturalmente la stazione, che sulle parti presenta una serie di motivi ornamentali (il progetto fu realizzato dallo studio Heins & LaFarge).

La stazione della 18th Street, che venne chiusa l’8 novembre del 1948, non è più accessibile dalla strada, ma i suoi muri coperti di graffiti possono essere visti attraverso le finestre dei treni che passano da Lexington Avenue. La stazione venne chiusa a causa dell’ampliamento della piattaforma sulla 23rd Street e dell’apertura di una nuova stazione sulla 22nd Street.

91st Street, Manhattan

Stazione abbandonata 91st Street Subway
Stazione abbandonata 91st Street Subway
Lungo la prima linea della metropolitana nell’area di Manhattan, si trova un’altra stazione fantasma che è stata vittima dell’ampliamento delle stazione vicine e dell’aumento della lunghezza dei nuovi treni che non erano più in grado di fermarsi a questa stazione.

Aperta il 27 ottobre del 1904, la stazione della 91st Street venne chiusa definitivamente il 2 febbraio del 1959, diventando negli anni un rifugio per gli squatter. Le pareti della stazione, che oggi non è più accessibile dalla strada, sono interamente ricoperte da graffiti.

Video della stazione abbandonata

Anderson-Jerome Avenues, Bronx

Stazione abbandonata di Anderson-Jerome Avenues, Bronx
Stazione abbandonata di Anderson-Jerome Avenues, Bronx. Foto via Columbia.edu
Tra le stazioni fantasma figura anche questa stazione sopraelevata che venne aperta il 1 luglio 1918. La stazione venne costruita con una struttura di cemento armato ed era accessibile da entrambi i lati sia di Jerome Avenue che di Anderson Avenue, nel quartiere del Bronx La stazione venne chiusa il 31 agosto 1958.

La stazione non è stata demolita, ma oggi è difficile accedervi perché non esistono più le strutture in ferro che in passato portavano al piano sopraelevato della metropolitana, ma dalla strada si possono comunque vedere dei coloratissimi murales presenti sulle sue pareti esterne.

Myrtle Avenue, Brooklyn

A sud del ponte di Brooklyn si trova la vecchia stazione di Myrtle Avenue, che serviva la linea Brooklyn-Manhattan. La stazione venne inaugurata il 22 giugno 1915 per poi essere chiusa il 16 luglio 1956 a causa delle necessità di ristrutturazione della linea metropolitana sulla quale si trovava. La piattaforma della stazione che portava verso Brooklyn è stata rimossa completamente, mentre la piattaforma che portava verso Manhattan esiste ancora e nel 1980 venne utilizzata da Bill Brand per un’installazione artistica denominata Masstransiscope, un’opera d’arte composta da 228 pannelli dipinti a mano che si trovano dietro ad una lunga scatola luminosa e che al passaggio dei treni danno ai passeggeri l’illusione di un film animato di 20 secondi.

Sedgwick Avenue, Bronx

Sedgwick Station, Bronx
Sedgwick Station, Bronx. Foto via Vanshnookenraggen
Nel quartiere del Bronx si trova la stazione abbandonata sopraelevata di Sedgwick Avenue, che venne inaugurata il 1 luglio 1918 come estensione della 9th Ave El, la prima ferrovia sopraelevata di New York famosa per la sua “curva suicida” a 90 gradi. Questa stazione fu costruita come punto di collegamento con la vicina stazione di El-Metro-North, all’uscita di un tunnel. Oggi la struttura in acciaio sopraelevata è stata rimossa, ma la piattaforma e il tunnel sono ancora visibili.

Worth Street, Manhattan

Stazione abbandonata di Worth Street Station
Stazione abbandonata di Worth Street Station. Foto via Wikipedia
Tra le 28 stazioni originali della prima linea della metropolitana di Manhattan figura anche la stazione di Worth Street, che venne aperta il 27 ottobre 1904. Le pareti e le colonne della stazione sono decorate con delle piastrelle di terracotta.

La stazione venne chiusa il 1 settembre 1962 a causa dell’espansione verso nord della stazione di Brooklyn Bridge e perché non era più in grado di ospitare i nuovi treni diventati troppo lunghi rispetto alle dimensioni dei binari originali. Le piattaforme della di Worth Street sono visibili dai treni di passaggio, dai quali si possono ammirare le vecchie pareti che oggi sono decorate con coloratissimi graffiti.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 
 
 
Banner New York con Carlo

1 commento su “Le stazioni abbandonate della metro di New York”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.