lunedì , 22 maggio 2017
In primo piano
Home > Assicurazione viaggio USA
Assicurazione viaggio USA

Assicurazione viaggio USA

Come ben saprai negli Stati Uniti non c’è un sistema sanitario in stile europeo. Per aver accesso alle migliori cure mediche, bisogna essere coperti da un’assicurazione che garantisca dei buoni massimali, dal momento che anche un piccolo infortunio ti costerebbe migliaia di dollari.

Fare l’assicurazione per un viaggio negli Stati Uniti non è assolutamente obbligatorio però per le ragioni su spiegate è decisamente raccomandato, dal momento che un non nulla, potrebbe rovinare la tua vacanza negli USA tanto agognata. Esistono tante assicurazioni: qui abbiamo riportato tre tra le più famose, scegliendo solamente quelle che prevedono il pagamento diretto delle spese mediche agli ospedali. Il prezzo si riferisce a persona, 8 giorni 7 notti negli USA, per un adulto di 30 anni. Con alcune compagnie varia il prezzo in base anche alla fascia d’età.

Le polizze qui sotto sono ottime nella maggior parte dei casi, però non prevedono il pagamento delle spese mediche derivanti da condizioni preesistenti. Questo significa che se in viaggio capita un evento, che è conseguenza di una malattia già esistente al momento della stipula del viaggio, tale evento non è coperto.

Scopri i prezzi della sanità negli USA

Confronto assicurazioni viaggio: quale scegliere

Allianz Columbus Viaggi Sicuri Axa Assistance Coverwise
costo (premio) €75,00 €50,47 €39,41 €37,62 €35,20
massimale spese mediche illimitato illimitato €8 milioni €3 milioni illimitato
anticipo fondi no si no si no
responsabilità civile no €250.000 €250.000 €150.000 €25.000
infortuni in viaggio no €10.000 €40.000 €100.000 €50.000
ritardo del viaggio/mancata partenza no no €4.500 no no
assistenza telefonica in italiano si si si si si
Plus disponibile l’annullamento viaggio è possibile eliminare la franchigia assistenza abitazione, assistenza parenti a casa la più economica
Codice sconto n.d. 15%, incluso nel link 10%: CR10PY 10%, MAX10 10% (incluso nel link)
Acquista la polizza Allianz Global Assistance Italia Assicurazione viaggio Columbus Assicurazione viaggio Viaggi Sicuri Assicurazione viaggio AXA Assicurazione viaggio Coverwise

Se avessi dei dubbi sulla polizza da stipulare leggi le mie risposte alle domande più frequenti.

Quanto costa non stipulare una polizza viaggio

Viaggiare sereni e protetti è importante e per tutelarsi in modo giusto è oramai imprescindibile programmare un viaggio con la massima attenzione e cautela e con esso una polizza assicurativa che ci metta al riparo da imprevisti. Questo vale qualsiasi sia la nostra destinazione, ma maggior ragione per chi ha intenzione di viaggiare verso gli Stati Uniti, dove, è noto, i costi della sanità possono riservare amare sorprese per cui, oltre al danno, cioè il viaggio rovinato, si aggiunge la beffa di dover pagare un conto salatissimo; per non parlare di casi estremi e di emergenza per cui, se sprovvisti di assicurazione che provveda al pagamento, rischiamo davvero grosso…

Basti pensare che solo una prescrizione medica – quella che comunemente chiamiamo ricetta – ha un costo che oscilla tra i 70 e 100 dollari, e che un ricovero giornaliero si aggira intorno ai 2000 dollari circa. Per una costola fratturata arriviamo a 11.500 dollari! Cifre davvero improponibili per la maggioranza dei viaggiatori e guai se non ci fosse una compagnia che garantisca il pagamento e che sia un po’ il nostro angelo custode…

La tranquillità non ha prezzo, e a fronte di una spesa contenuta riguardo al premio assicurativo, possiamo goderci in tutta sicurezza il nostro viaggio di piacere o di affari, nella consapevolezza che c’è qualcuno (ovvero la compagni assicurativa) che penserà a noi e ci proteggerà nel momento del bisogno.

Per viaggiare sereni è importante stipulare una polizza assicurativa e per fortuna oggi la presenza di molte compagnie, nonchè una certa liberalizzazione del mercato, garantisce la possibilità di comparare le offerte di ogni compagnia e di fare un rapporto qualità/prezzo, che ci permetta di valutare bene come stipulare la polizza e a cosa andiamo incontro. Inoltre, per avere un preventivo chiaro, corretto e trasparente, bastano davvero pochi minuti e qualche dato informativo sul viaggiatore e la durata della permanenza fuori sede.

La polizza ideale dovrebbe avere una protezione sanitaria 24 ore su 24 in caso di malattia o infortunio; è inoltre auspicabile che la compagnia provveda al pagamento diretto delle spese mediche, ospedaliere e chirurgiche, al rimborso delle spese farmaceutiche, alle spese di trasporto verso centri medici e di soccorso e al rimborso di eventuali cure riabilitative e fisioterapiche. Ancora un’altra caratteristica ottimale è nella possibilità di un massimale molto alto o addirittura illimitato.

Partire sicuri è importante e allora se priorità assoluta è data alla copertura sanitaria, è altrettanto vero che la polizza deve essere globale e provvedere all’eventuale rimborso per furto del bagaglio, per ritardo aereo, per prolungamento del soggiorno e quant’altro di sventurato possa accaderci. Si tratta di garanzie aggiuntive ma senz’altro utili sia per chi fa un solo viaggio ma anche per chi, magari per motivi di lavoro, si reca negli Stati Uniti più volte all’anno. In quest’ultimo caso conviene provvedere a una polizza che garantisca copertura annuale.

Nella peggiore delle ipotesi che dovesse accadere un infortunio più o meno grave, a noi o a chi viaggia con noi, la compagnia assicurativa provvederà a un indennizzo economico, proporzionato alla tipologia e alla gravità dell’infortunio, nei limiti del massimale indicato in polizza.

 

  

  




753 commenti

  1. Ciao Carlo, a fine aprile sarò a New York per una settimana e ho prenotato il volo con AerLingus, compagnia irlandese tramite cui (pagando un premio di 78 euro) ho potuto effettuare anche una polizza assicurativa con Allianz. Poichè non sono assolutamente esperata e non so bene come funzionino queste cose, volevo sapere se secondo te può andare bene ciò che mi è stato offerto e se posso viaggiare tranquilla. Pagamento diretto spese mediche e ospedaliere: Massimali fino a 150.000 euro (franchigia NO: cosa significa?); Assicurazioni infortuni di volo: fino a 15.000 euro. Ci sono altre voci relative al bagaglio e al volo; dici che mi conviene effettuare anche un’altra assicurazione o basta questa?
    Ti ringrazio molto!

    • Ciao Beatrice,
      purtroppo solitamente le polizze assieme al volo non sono molto convenienti, come dimostra anche il tuo caso. Il massimale per le spese mediche è piuttosto basso, io integrerei con un’altra polizza per stare sicuro.
      Il fatto che non ci sia franchigia è una buona cosa, vuol dire che nel caso avessi bisogno di usufruire della polizza, non ci sono importi “scoperti”, ovvero che devi pagare tu.

      • Ciao Carlo, grazie mille per la risposta! Ho guardato Axa Assistance e mi sembra molto conveniente rispetto alla copertura che offre (Schermo totale 69.59 euro in due); ho solo due domande in merito: per il preventivo mi viene chiesto il costo totale del viaggio, ma si intende solo il costo dei biglietti aerei o anche quanto speso per la casa e quanto si preventiva di spendere là? Inoltre non ho ben capito una cosa: se mi dovessi banalmente ammalare e avessi bisogno di medicinali specifici per febbre etc, mi verrebbero rimborsati? Grazie ancora per la tua gentilezza!

        • Ciao Beatrice,
          il costo se non devi fare anche l’annullamento puoi mettere una cifra indicativa, se invece volessi fare anche la polizza annullamento devi mettere l’importo speso in totale.

          Si il costo dei medicinali ti verrebbe rimborsato. Nel malaugurato caso avessi necessità di usufruire dell’assicurazione, ricorda di comunicare alla compagnia che hai anche un’altra polizza che ha le stesse copertura.

          E’ importante specificarlo perché è possibile avere due polizze, però è importante avvertire perché ovviamente non si possono chiedere due rimborsi per lo stesso evento.

          • Grazie Carlo! Mi è stato detto che secondo l’art. 1910 del Codice Civile nel caso avessi necessità sono obbligata a informare entrambe le compagnie di assicurazione in tutti i casi in cui esiste una doppia copertura per lo stesso danno. E’ esatto? Ho il timore che la cosa diventi troppo complicata e sia poi difficile gestirla una volta lì..cosa mi consiglieresti? Grazie ancora!

  2. Ciao Carlo le assicurazioni di cui parli prevedono tutte il pagamento diretto? Io non devo anticipare nulla? Ho fatto l’assicurazione con expedia ma mi sono accorto che il massimale x le spese mediche è di solo 50.000 euro. Un po’ poco……

    • Ciao Paolo,
      si le assicurazioni che riporto qui prevedono tutte il pagamento diretto in caso di ricovero.
      Per eventi meno gravi, potresti dover anticipare, comunque l’importante è contattare immediatamente la centrale operativa della compagnia che scegli. Così facendo potresti non dover anticipare niente.

  3. Ciao Carlo,ad agosto andremo sei giorni a New York,primo viaggio,volevo sapere per l’ assicurazione Viaggi Sicuri,alla voce Anticipo fondi che cosa si intende?
    Grazie.

  4. Ciao Carlo,
    si vede che sono in preda ai preparativi per il mio prossimo viaggio a NYC di fine marzo visto e quindi ti tempesto di domande!!!
    Devo fare assicurazione medica e negli anni passati ho sempre sottoscritto quella di ViaggiSicuri (e mi sono sempre trovato molto bene, purtroppo ho dovuto usufruirne nel 2016 e sono stati esemplari nell’assistenza e nei rimborsi). Questo anno viaggerò con mio padre (71 anni) e ViaggiSicuri assicura sino ai 65 anni!! Ho visto che adesso il sito mi rimanda alla proposta di una assicurazione per gli Over65 che si chiama ASSIVIA!! Hai qualche notizia circa questa assicurazione ? La posso ritenere affidabile e puntuale come quella di ViaggiSicuri??
    Grazie per le risposte e la pazienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X