Assicurazione viaggio a New York

Assicurazione viaggio USA

793 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 9 agosto 2017

Come ben saprete negli Stati Uniti non c’è un sistema sanitario in stile europeo. Per aver accesso alle migliori cure mediche, bisogna essere coperti da un’assicurazione che garantisca dei buoni massimali, dal momento che anche un piccolo infortunio potrebbe costare migliaia di dollari.

Fare l’assicurazione per un viaggio negli Stati Uniti non è obbligatorio però per le ragioni su spiegate è decisamente raccomandato, dal momento che un non nulla, potrebbe rovinare la vostra vacanza negli USA.

Esistono tante compagnie assicurative: qui ho riportato le migliori, scegliendo solamente quelle che prevedono il pagamento diretto delle spese mediche agli ospedali.

Le polizze qui sotto sono ottime nella maggior parte dei casi, però non prevedono il pagamento delle spese mediche derivanti da condizioni preesistenti. Questo significa che se in viaggio capita un evento, che è conseguenza di una malattia già esistente al momento della stipula del viaggio, tale evento non è coperto.

Se aveste dei dubbi sulla polizza da stipulare leggete le mie risposte alle domande più frequenti.

Scopri i costi della sanità negli USA

Confronto assicurazioni viaggio: quale scegliere

Il prezzo si riferisce a persona, 8 giorni 7 notti negli USA, per un adulto di 30 anni. Con alcune compagnie varia il prezzo in base anche alla fascia d’età.

Allianz
(Travel Care)
€67,50
massimale spese mediche: illimitato
anticipo di fondi: no
responsabilità civile: no
bagaglio: facoltativo (€7)
infortuni in viaggio: nd
ritardo nel viaggio/mancata partenza: no
assistenza in italiano
plus: una tra le compagnie più affidabili.
codice sconto: 10%, incluso nel link
TravelEasy
(Protezione top)
€63
massimale spese mediche: 5 milioni
anticipo di fondi: si
responsabilità civile: no
bagaglio: €2.000
infortuni in viaggio: €25.000
ritardo nel viaggio/mancata partenza: no
assistenza in italiano
plus: l'unica ad avere anche la polizza annullamento inclusa nel prezzo.
codice sconto: 10%, incluso nel link
Columbus
(completa)
€50,47
massimale spese mediche: illimitato
anticipo di fondi: si
responsabilità civile: €250.000
bagaglio: €1.500
infortuni in viaggio: €10.000
ritardo nel viaggio/mancata partenza: no
assistenza in italiano
plus: con un piccolo sovrapprezzo è disponibile anche l'annullamento viaggio
codice sconto: 10%, incluso nel link
Coverwise
(tutto incluso)
€35,20
massimale spese mediche: 20 milioni
anticipo di fondi: si
responsabilità civile: €25.000
bagaglio: €1.500
infortuni in viaggio: €50.000
ritardo nel viaggio/mancata partenza: no
assistenza in italiano
 
codice sconto: 10% (incluso nel link)

Le assicurazioni mediche per viaggiare negli USA rappresentano da sempre un tema caldo nel sito, con tantissime domande fatte nel corso degli anni: ho raccolto le dieci più frequenti (in realtà sono diventate undici), cercando di fornire una risposta quanto più dettagliata possibile.

Quale polizza consigli?

Una di quelle che ho elencato nella tabella di comparazione. Tutte soddisfano i miei requisiti ideali: massimali elevati e nessuna strana condizione. Inoltre sono tutte gestite da compagnie solide con un centro operativo in grado di assisterti a dovere in caso di bisogno.

Per viaggiare negli Stati Uniti l’assicurazione è obbligatoria?

No, però serve. Il Sistema Sanitario Nazionale italiano non copre alcuna spesa dovuta a ricoveri negli Stati Uniti, nemmeno per il pronto soccorso. Se non sei assicurato e per una sfortunata ipotesi vai in ospedale, anche per un semplice passaggio in pronto soccorso riceverai un conto stellare. Quindi sì, l’assicurazione serve.

È importante il pagamento diretto?

Sì. In sostanza la compagnia assicurativa paga direttamente le fatture dell’ospedale, altrimenti bisogna prima anticipare di tasca propria e poi chiedere il rimborso. È la prima cosa da verificare quando si cerca un’assicurazione da viaggio: dev’essere previsto il pagamento diretto, e le assicurazioni che cito prevedono sempre questo tipo di pagamento.

Se parto in viaggio per un anno devo fare la polizza annuale?

No. Se intendi fare un viaggio di lungo periodo negli Stati Uniti non puoi coprirti con una polizza annuale, devi fare una polizza di lungo periodo. La polizza annuale serve per chi viaggia più volte durante il periodo di un anno, però ogni viaggio può essere al massimo di 30 giorni.

A cosa serve la polizza di annullamento?

Dato che la maggior parte delle volte si vola in classe economica, non è quasi mai previsto il cambio delle date o l’annullamento del biglietto. Anche i pacchetti tutto incluso spesso non includono la possibilità di modifiche o annullamento, nemmeno per gravi motivi.

Visto che andare negli Stati Uniti costa, si rischia di perdere parecchi soldi in caso di problemi. Con la polizza annullamento si può ottenere il rimborso del viaggio in caso di cancellazione per motivi seri: ad esempio a causa di un infortunio poco prima della partenza.

A volte l’annullamento è già incluso nella polizza viaggio, altre volte no. Controlla nella pagina di comparazione.

Posso assicurarmi DOPO essere partito?

Si, ma non con una compagnia italiana. Esiste però World Nomads (polizza consigliata anche da Lonely Planet), che permette di assicurarsi anche dopo la partenza. L’unico vero scoglio è che l’assistenza eventualmente sarà in lingua inglese: non è un dettaglio. Una volta sottoscritta l’assicurazione entra in vigore dopo 48 ore. Fai un preventivo.

Cosa e quali sono le condizioni mediche preesistenti?

In sostanza una condizione preesistente è una condizione cronica che abbia richiesto cure o ricoveri fino a due anni prima il momento in cui ci si vuole assicurare. Può essere una malattia cronica, un infortunio oppure una condizione clinica. Esempi pratici di condizioni preesistenti: se sei asmatico, o sei stato operato ad un legamento oppure hai fatto un bypass. Le compagnie si limitano a fare esempi molto generali: in alcuni casi si capisce subito se si possiede una condizione preesistente, in altri no. È necessario scrivere direttamente alle compagnie per avere chiarimenti dettagliati.

C’è un’età massima oltre la quale non posso assicurarmi?

Sì. Ogni compagnia stabilisce un limite massimo, fra i 65 e i 75 anni. L’unica eccezione è costituita dalla Allianz, che copre anche viaggiatori con più di 76 anni di età.

Nel caso volessi assicurarmi anche nel caso di ricovero dovuto ad una condizione preesistente cosa devo fare?

Al momento in Italia solo la Allianz, con la polizza Globy Rosso, copre i ricoveri dovuti alle condizioni preesistenti, ovviamente è più costosa. Sfortunatamente si può acquistare solo in agenzia viaggi.

Come posso assicurarmi se vivo all’estero?

Se sei residente all’estero devi assicurarti con una compagnia del paese in cui vivi o in alternativa con World Nomads.

Posso assicurarmi anche se non parto o non torno direttamente in Italia?

Non con una compagnia italiana, in quanto tutte prevedono che il viaggio inizi e torni in Italia. L’unica compagnia che conosco che copre questo tipo di situazioni è sempre World Nomads.

Ci sono cose che non ti sono chiare? Scrivi la tua domanda nei commenti! Se ti è tutto chiaro, scegli quale assicurazione fa al caso tuo.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (11 voti, media: 4,27 su 5)
Loading...
     
Banner New York con Carlo

793 commenti su “Assicurazione viaggio USA”

  1. Buon pomeriggio,

    Io e il mio ragazzo viviamo temporaneamente a Malta per lavoro e abbiamo la residenza ancora in Italia. Faremo un viaggio a NY a Settembre partendo e tornando da Roma.
    La mia domanda e’ l’assicurazione dobbiamo farla tramite una compagnia Italiana oppure possiamo farla anche tramite l’agenzia di viaggio (e quindi tramite compagnia assicuravita) del Paese estero in cui viviamo attualmente?

    Grazie mille!
    Giulia

  2. Ciao Carlo,

    complimenti, articolo chiaro e molto utile!
    Nella sezione “Se parto in viaggio per un anno devo fare la polizza annuale?” suggerisci di fare “una polizza di lungo periodo”: Come funziona e quali providers suggerisci di utilizzare?

    grazie mille e buona giornata!
    Mauro

  3. Buongiorno Carlo,
    complimenti per il blog, immediato ed efficace.
    Devo scegliere l’assicurazione e non riesco a capire quali siano le differenze significative tra ad es. una ALLIANZ e una VIAGGI SICURI, che hanno due costi molto diversi (la prima costa praticamente il doppio dell’altra).
    Sarebbe così gentile da aiutarmi?
    Io sono fortemente motivato ad acquistare la VIAGGI SICURI ma vorrei togliermi ogni dubbio, soprattutto per tranquillizzare mia moglie 🙂
    Grazie
    Francesco

  4. Buongiorno Carlo,
    tra non molto mia moglie mi raggiungerà per a NYC per 10 gg.
    Essendo lei incinta di due mesi voleva farsi un’assicurazione per evitare eventuali costi di possibili visite, ed avrei due domande.
    La prima riguarda la copertura.
    Essendo lei incinta questa condizione rientra nelle patologie preesistenti? ( anche se non credo sia una malattia ma ho questo dubbio).
    Altra questione è l’affidabilità di ViaggiSicuri. Ho letto in alcuni forum che in passato non aveva pagato. Volevo rassicurazioni su tale questione (è mai stato risarcito qualcuno ?). Essendo la più vantaggiosa ed economica sarei tentato nel farla ma ho questo scetticismo nelle assicurazioni lowcost.
    Grazie per la disponibilità e professionalità.

    1. Ciao Damiano,
      se parli di visite di routine queste non sono coperte; se invece parli di patologie derivanti dalla gravidanza queste sono coperte dal momento che tua moglie non ha superato la 26ma settimana.

      Viaggi Sicuri è assolutamente affidabile, la cosa importante da fare in caso di necessità è contattare PREVENTIVAMENTE (e non dopo) la centrale operativa. In questo caso non ci sono problemi.

      1. Ciao, grazie per la risposta. Intendevo infatti malori che potrebbero esserci in seguito.
        Per quanto riguarda il “preventivamente” dici che sia meglio avvisare prima di partire ? Nel senso che se una persona ha un malore (svenimento o infortunio) credo sia difficile avvisare l’assicurazione nel momento che si è soccorsi dal personale. Caso più semplice se decidesse di andare in ospedale volontariamente. (in quel caso avviserebbe per tempo).

        1. Ciao Damiano,
          quando parlo preventivamente intendo il prima possibile quando però l’evento è accaduto o sta avvenendo.

          Ti segnalo anche che ho appena scritto un articolo proprio a proposito delle migliori polizze viaggio per le donne in gravidanza. Dai uno sguardo qui.

  5. Clarissa Tomiolo

    Ciao, quando calcolo il preventivo inserendo due adulti, la cifra che esce è a testa oppure in due? Grazie mille, prima di proseguire con la compilazione non viene precisato e vorrei evitare di sottoscrivere polizze con questa incertezza. Grazie per l’articolo, veramente utile 🙂 Clarissa

      1. Ciao Carlo, sarei intenzionata ad acquistare l’assicurazione “ viaggi sicuri “ .
        Mi puoi spiegare la differenza tra anticipo fondi si e no?
        Un’ ultima domanda.. con la versione oro, l’assicurazione paga direttamente senza alcun anticipo da parte mia? Grazie 🙂

        1. Ciao Ze,
          Viaggi Sicuri, in caso di ricovero, paga sempre direttamente le spese mediche, a prescindere dal piano scelto.

          L’anticipo di fondi interviene nel caso si smarriscano le carte di credito e i contanti.

  6. Siamo due adulti ed un bambino di un anno e mezzo…

    Sono indeciso tra la Columbus (Assistenza 89,73 – Assistenza e bagaglio 112.17) oppure la ViaggiaSicuri (escludendo la base da 78,43 c’è Argento a 90,40 e Oro da 120,38).

    Uff….

      1. Fatta poi ieri (partiamo domani e non volevo arrivare all’ultimo minuto) ed ho fatto ViaggiSicuri. Non ho eliminato la franchigia però… mi sa che ho fatto un errore?

        In compenso ho cercato CODICE PROMO VIAGGI SICURI online ed ho trovato uno sconto del 10%.

        Lo dico così qualche tuo utente può approfittarne se serve!

  7. Buongiorno Carlo,
    complimenti innanzitutto per la bellissima guida!
    Io ho un dubbio in merito alle assicurazioni.
    Se acquisto un’assicurazione medica la faccio prima di partire e stipulo una delle polizze che hai descritto tu e fin qui tutto chiaro.
    Ma se come vedo tante assicurazioni coprono anche annullamento viaggio, perdita bagagli ecc, queste quando vanno stipulate? All’atto della prenotazione del volo (e se si in che modo) o anche successivamente?
    Ti ringrazio anticipatamente per la risposta.

    Mauro

    1. Ciao Mauro,
      la polizza annullamento varia in base alla compagnia: alcune richiedono che venga stipulata entro qualche giorno dall’acquisto del viaggio, ma la maggior parte consentono di acquistarla fino a un tot di giorni dall’inizio del viaggio.

      1. Grazie mille per la gentile e premurosa risposta!
        Approfitto per chiedere un’altra cosa, anche se non so se c’è un blog dedicato, siamo indecisi se venire a New York la prima settimana di ottobre oppure una delle ultime 2, a livello di meteo quale può essere la migliore?
        Su alcuni siti ho letto che a ottobre la sera e la mattina la temperatura scende sotto i 10 gradi, è realmente così?
        Grazie mille!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.