venerdì , 9 dicembre 2016
In primo piano
Home > Cambio dollari e convertitore euro – dollaro
Cambio valuta e convertitore euro dollaro
La nostra guida per cambiare i dollari e un convertitore di valuta sempre aggiornato

Cambio dollari e convertitore euro – dollaro

Se stai organizzando un viaggio a New York, devi necessariamente cambiare gli euro in dollari. Come fare e soprattutto dove andare? I centri per il cambio euro/dollaro sono molti, scopriamo quelli più convenienti...

Il Dollaro

Il dollaro è la moneta ufficiale degli Stati Uniti d' America, spesso abbreviata con la scritta USD o con il suo simbolo grafico $. Un dollaro è composto da 100 centesimi, la moneta è coniata in metallo sino al dollaro mentre le cifre uguali o superiori sono emesse in carta sino a un massimo di 100 USD e stampate dalla Federal Reserve sin dal 1929. Il valore del dollaro è variabile ma in media attualmente è stabilito in un valore di circa 0,94 euro.

Cambio euro in dollari

Se non hai mai convertito euro in dollari non hai idea su come procedere e potresti rivolgerti a strutture con commissioni poco convenienti. Per il cambio degli euro in moneta locale, puoi rivolgerti sia alle banche sia ai money exchange, entrambi diffusi in maniera capillare sia in Italia sia negli Usa.

Tutti gli aeroporti, inclusi Fiumicino e Malpensa, sono dotati di Money Exchange in modo da consentire ai passeggeri un cambio di valuta per i primi acquisti, fra cui mezzi di trasporto, mance e ristoranti. I Money Exchange negli aeroporti, come negli hotel, tuttavia presentano tassi di conversione molto elevati, è quindi sconsigliato cambiare cifre elevate in queste strutture.

Money Exchange

Rispetto alle banche hanno orari molto più flessibili e nelle grandi città rimangono aperti anche 24h/24h, mentre nei centri più piccoli aprono solitamente intorno alle 8:00 per chiudere alle 20:00; inoltre offrono molti servizi come il Money Transfer, utile qualora qualche parente o amico in Italia voglia inviarti danaro liquido in maniera istantanea.

Banche

Un'altra soluzione è quella di convertire il denaro in Italia presso la propria banca. Se la cifra non è molto alta potrebbe essere ritirata immediatamente, in alternativa la banca ti farà aspettare qualche giorno lavorativo.. Per questo motivo è consigliato effettuare la conversione con congruo anticipo rispetto al proprio viaggio.

Cambiare i soldi in Italia garantisce al viaggiatore una certa sicurezza nel momento in cui dovrà affrontare le prime spese in dollari.Le commissioni però potrebbero essere un po' più alte rispetto alla media. Recati nella tua banca (è possibile andare anche in altre banche, anche se alcune riservano questi servizi solo ai correntisti) e prenota i dollari che vuoi acquistare e ricorda che le banche hanno orari meno flessibili dei Money Exchange.

Cambiare i soldi alle poste

Tra le opzioni disponibili per chi vuole cambiare euro in dollari in Italia c'è anche quella di recarsi presso una filiale delle Poste Italiane. Le Poste garantiscono il cambio, il costo della commissione fisso è di 6 euro mentre il tasso ha uno scarto del 4% rispetto al cambio del momento.

Atm a New York

Sportelli ATM (bancomat) (soluzione consigliata)

Una volta arrivato a New York o in qualsiasi altra città negli USA, potrai utilizzare come in Italia la tua carta di credito (devi conoscere il PIN), il bancomat o la prepagata in uno degli ATM per prelevare i tuoi dollari in contanti. Il cambio da euro in dollari, infatti, viene effettuato in automatico.

Negli aeroporti di New York troverai ovunque sportelli ATM.

Gli sportelli Bancomat garantiscono un cambio veloce e praticoe, a seconda delle condizioni della tua banca, potrai godere di commissioni molto basse o nulle e un tasso di cambio vantaggioso. Non utilizzare però gli ATM presente nei market o in altri negozi, in quanto presentano un tasso di cambio maggiorato!

Costi di prelievo delle principali carte

La Postepay applica una commissione di €5 per i prelievi non in euro, per cui è consigliato avere già le idee chiare sulle necessità per il vostro viaggio a New York (vedi i costi per un viaggio) e prelevare la giusta cifra per non buttare via troppi soldi in commissioni.

La carta prepagata PayPal applica una commissione di €3,90 per i prelievi in Paesi extra UE.

La carta Flash Intesa San Paolo applica una commissione di €5,00 per i prelievi fuori dall'area SEPA (Single Euro Payment Area).

Il consiglio di Carlo: la soluzione migliore secondo me è prelevare da un ATM appena arrivati a New York, ma non andare in giro con grosse cifre in contanti. A New York si può pagare qualsiasi cosa con la carta di credito, inclusa la Metrocard per l'Airtrain e la Metro per trasferirvi al vostro alloggio.

Come prelevare

Tieni presente che molti ATM negli Usa non danno la possibilità di selezionare la lingua italiana. Una volta inserito il bancomat solitamente a video appare la scelta tra credit e savings. Seleziona la prima opzione. In inglese prelievo si dice "withdrawal", quindi seleziona questa funzione, inserisci il pin e la cifra da prelevare e il gioco è fatto!

Al negozio Eataly in zona Flatiron è presente un ATM di Unicredit, quindi per chi è correntista di questa banca o per chi non lo è, ma preferisce comunque prelevare da una banca italiana, si può recare qui e approfittarne anche per prendere un buon cappuccino.

Pagare con carta di credito o Poste Pay

Infine si può adottare la pratica soluzione, molto diffusa negli Usa, di pagare con carta di credito, in effetti un recente studio ha dimostrato che gli americani che pagano in denaro contante sono in netta diminuzione. Pagare con la carta è molto pratico e veloce!

La Poste Pay carta prepagata delle Poste italiane, o qualsiasi altra prepagata non è riconosciuta da tutti i negozi americani e potrebbe causarti qualche imbarazzo al momento di pagare!

Convertitore euro - dollaro




  

  

  




50 commenti

  1. Quest’estate sarò a New York, ovunque sento dire che andare a New York con una carta di credito è praticamente un “obbligo”. Non ne ho una, posso tranquillamente viaggiare con del contante e con una postepay ? Grazie in anticipo

  2. Ciao pammy, una curiosità, risiedi in uk? Te lo chiedo perchè ero anche io interessato ad weswap ma risiedo in italia, ciao grazie

  3. Ciao,
    andrò a new York dal 21 al 28 marzo..sto monitorando il cambio euro dollaro, sapetwe dirmi se in questo periodo è conveniente fare il cambio oppure è meglio aspettare?
    Grazie in anticipo.
    Jonathan

  4. Le carte italiane del circuito Mastercard/ Visa / Amex solitamente funzionano e non danno problemi. Le carte devono essere nomincative o ogni tanto ci possono essere problemi e per quanto riguarda le prepagate vanno bene per prelievi e spese se si tratta di dare caparre hotel, autonoleggio etc alcune volte possono dare problemi.Paypal non e’ proprio a buon mercato quando si tratta di prelevare negli Stati Uniti , Postepay neppure comunque tutto dipende dall’importo e nel ricordarsi che i servizi ATM son a pagamento negli Stati Uniti. Solitamente parto con una carta di credito Visa con cui faccio caparre e grosse spese e poi con una carta prepagata WeSwap che carico direttamente in Dollari quando il cambio e’ conveniente ( ora ahime’ non lo e’ proprio) e le commissioni sono molto basse perche’ e’ una carta prepagata per viaggi all’estero.Dopo un po’ ci si abitua e si trovano le soluzioni piu’ comode

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X