Passaporto per gli USA e info sull'Esta

Passaporto, Esta, documenti per New York

2.182 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 1 Agosto 2019

Programma viaggio senza visto

per maggiori informazioni: poliziadistato.it | usembassy.gov

Dal 2009 per viaggiare negli Stati Uniti è obbligatorio compilare on-line il modulo per l’autorizzazione al viaggio elettronica, il cosiddetto ESTA (Electronic System for Travel Authorization), da un minimo di 3 giorni prima della partenza (anche se le autorità consigliano di farlo il prima possibile).

Al termine della procedura il sistema vi dirà se siete autorizzati a imbarcarvi in un volo per gli Stati Uniti ma non vi darà l’assoluta certezza che sarete accettati nel territorio americano. Per compilare il modulo, vai sul sito ufficiale: ESTA. Per maggiori informazioni visita la pagina dell’ambasciata americana dedicata all’ESTA: Us Embassy.

L’autorizzazione sarà valida per un periodo di due anni, quindi in caso di più viaggi in questo lasso di tempo non è necessario richiedere più autorizzazioni, ma semplicemente aggiornare i dati.

L’ESTA ha un costo di $14. È possibile pagare con carte di credito e prepagate (anche postepay e altre prepagate).

Il passaporto per gli USA

Per recarsi negli Stati Uniti d’America senza necessità di visto usufruendo del programma “Visa Waiver Program – Viaggio senza Visto”, è valido unicamente il passaporto elettronico.

Requisiti per viaggiare senza visto

Ricordiamo che per usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Viaggio senza visto) è necessario:

  • viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo;
  • rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni;
  • possedere un biglietto di ritorno.

In mancanza anche di uno dei requisiti elencati, è necessario richiedere il visto. Ricordiamo che la mancata partenza dagli U.S.A. entro i 90 giorni, potrà compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma.

I minori potranno beneficiare del Visa Waiver Program solo se dotati di passaporto individuale, non essendo sufficiente la loro iscrizione sul passaporto dei genitori. Nel caso in cui il minore sia iscritto nel passaporto di uno dei genitori, bisognerà richiedere il visto, qualunque sia il periodo di soggiorno negli U.S.A (oppure, ed è quello che consigliamo, conviene fare il passaporto individuale anche al minore.

L’Esta: dove si fa e come funziona

L’Electronic System for Travel Authorization” (ESTA) ha sostituito la compilazione del modulo cartaceo I-94W (tale modulo veniva distribuito dal personale di bordo dell’aereo insieme al modulo per la dogana prima di atterrare sul suolo americano) e consente alle autorità degli Stati Uniti di effettuare il controllo sulle persone che hanno intenzione di entrare in territorio statunitense prima del loro imbarco su nave o aereo.

Le risposte dall’Esta

La nuova procedura è diventata obbligatoria a partire dal 12 gennaio 2009 e le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:

1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on – line ed una conseguente nuova autorizzazione;

2)“Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato o all’Ambasciata per richiedere il visto di tipo B2 se si viaggia per turismo o B1 se invece si va per affari;

3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione (solitamente lo stato viene aggiornato dopo pochi minuti).

Un’autorizzazione “ESTA” (come già avviene attualmente in base al Visa Waiver Program) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti autorità doganali e di frontiera.

Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA ancor prima di acquistare il volo e comunque non meno di 72 ore prima della partenza.

Se sei in procinto di partire questo è il link del sito ufficiale in cui compilare il modulo.

Quando non serve l’ESTA

L’esta va richiesta solo nel caso si viaggi senza visto e si arrivi negli Stati Uniti a bordo di un aereo o di una nave. Nel caso l’arrivo negli Stati Uniti avvenga via terra, non si dovrà compilare l’Esta, ma all’arrivo alla frontiera vi verrà fatto compilare il modulo I94W.

Chi possiede un visto non deve compilare l’Esta.

Controlli all’immigrazione

Una volta atterrati negli USA e scesi dall’aereo, la prima pratica da espletare è quella all’immigrazione. Si fa la fila e quando arriva il proprio turno l’ufficiale della CBP (Custom e Border Protection) vi chiederà il passaporto e il modulo della dogana che avrete compilato in aereo. Inoltre se il vostro passaporto non è dotato dei dati biometrici, vi verranno prese le impronte digitali e verrete fotografati.

L’ufficiale inoltre vi può fare qualche domanda, del genere quanti giorni vi fermerete a New York, se è la prima volta negli USA (anche se lo sanno benissimo controllando la presenza di eventuali timbri precedenti) e lo scopo del viaggio.

Agli aeroporti JFK e Newark è presente il cosiddetto APC (Automated Passport Control, controllo automatico del passaporto). Il chiosco per il controllo automatico è utilizzabile, oltreché dai cittadini americani e canadesi, anche dagli italiani in possesso dell’Esta che hanno già effettuato almeno un viaggio negli USA dopo il 2008.

Utilizzare i chioschi senza dubbio snellisce di gran lunga le procedure dell’immigrazione.

Se è la prima volta che arrivate negli USA e quindi siete passati per forza dal controllo col personale, vi verrà timbrato il modulo doganale che consegnerete all’ufficiale della dogana. Il chiosco invece vi rilascerà una ricevuta.

Lo step successivo è il ritiro dei bagagli e quindi la dogana. Passeranno la valigia in uno scanner e se non avete niente da dichiarare, consegnerete il modulo o la ricevuta all’ufficiale della dogana e avrete finalmente completato le pratiche burocratiche.

A questo punto in base al mezzo di trasporto che avete scelto per arrivare a Manhattan o comunque al vostro alloggio, sarà sufficiente seguire le ottime indicazioni presenti. Ad es. se avete scelto il trasferimento con la navetta condivisa, seguite le indicazioni “Ground Transportation Desk” e lì consegnerete il foglio con la vostra prenotazione.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (66 voti, media: 4,68 su 5)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

2.182 commenti su “Passaporto, Esta, documenti per New York”

  1. Ciao Carlo,
    ho acquistato la tua guida interattiva che trovo molto ben fatta.
    Ti chiedo questo: vado per la prima volta con moglie e figlia. Abbiamo fatto online un ESTA di Gruppo che ho stampato, scusa la ripetetizione, con le informazioni sul gruppo e il numero totale di domande, 3, approvate.
    Basta questo o devo stampare anche gli ESTA singolarmente?
    Grazie

  2. Ciao Carlo,
    Ho fatto l’Esta l’anno scorso ma ho cambiato l’indirizzo di residenza ma non riesco ad aggiornare il dato, ci sono problemi? Mi fa aggiornare solo le travel information

    Grazie,
    Domenica

  3. Maurizio Pennacchio

    Ciao Carlo, quanti dollari in contante è possibile avere al seguito in entrata a NY?
    Sito molto utile, grazie

    Maurizio

  4. Ciao CARLO, continuo ad usare il tuo sito per organizzare il tuo viaggio a New York … è per me stato molto utile …parto lunedì 5 agosto! Ti chiedo: sull’aereo dovrò compilare il foglio della dogana dichiarando il cibo che porto con me (per dei regali) prima di atterrare a New York, ma il mio viaggio poi proseguirà a Chicago ed avrò ancora con me gli alimenti … devo dichiararli ancora? Nel secondo volo? o basta solo per il primo viaggio, visto che ormai sarò negli USA? Io parto lunedì spero mi potrai chiarire questo dubbio. Inoltre sul sito ESTA ho trovato l’elenco degli alimenti consentiti e quelli non consentiti: alla voce prodotti in scatola è scritto ALCUNI: quindi non so se tra quegli alcuni c’è la pasta, il tonno. E ancora alla voce “prodotti da forno e dolci” c’è un SI’, quindi secondo te una torta secca da forneria ma non conservata sottovuoto sarà possibile portarla? Scusa per le richieste così specifiche…. naturalmente sono interessata soprattutto al primo quesito. Buona giornata

    Rispondi

  5. Ciao Carlo andro- a settembre a NY con la mia ragazza,la richiesta di visto posso fatla per due persone o dobbiamo fare due richieste distinte e separate?

  6. Buongiorno Carlo grazie per le preziose info date ! Riguardo all’Esta mia figlia lo ha fatto a marzo per transitare al jfk con meta toronto. Ora il 3/8 pv andremo insieme a new york e dovrei correggere i dati riguardanti il soggiorno, dovrei mettere i dati dell’albergo dove soggiorneremo ma sul sito non lo permette da errore. Cosa mi consigli di fare ? Grazie mille

  7. Ciao

    partiamo con le mie figlie il 24 aprile e torniamo il 28 aprile.
    Compilando l’esta ci siamo accorti che il loro passaporto scade a meta maggio
    Mi confermi che non vale più il discorso per New York dei sei mesi residui?
    L’esta è gia arrivato con esito positivo
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *