Passaporto, Esta, documenti per New York

Passaporto per gli USA e info sull'Esta

Passaporto per gli USA e info sull’Esta

PROGRAMMA VIAGGIO SENZA VISTO
per maggiori informazioni: poliziadistato.it | usembassy.gov

Dal 2009 per viaggiare negli Stati Uniti è obbligatorio compilare on-line il modulo per l’autorizzazione al viaggio elettronica, il cosiddetto ESTA (Electronic System for Travel Authorization), da un minimo di 3 giorni prima della partenza (anche se le autorità consigliano di farlo il prima possibile).

Al termine della procedura il sistema vi dirà se siete autorizzati a imbarcarvi in un volo per gli Stati Uniti ma non vi darà l’assoluta certezza che sarete accettati nel territorio americano. Per compilare il modulo, vai sul sito ufficiale: ESTA. Per maggiori informazioni visita la pagina dell’ambasciata americana dedicata all’ESTA: Us Embassy.

L’autorizzazione sarà valida per un periodo di due anni, quindi in caso di più viaggi in questo lasso di tempo non è necessario richiedere più autorizzazioni, ma semplicemente aggiornare i dati.

L’ESTA ha un costo di $14. E’ possibile pagare con carte di credito e prepagate (anche postepay).

Il passaporto per gli USA

Per recarsi negli Stati Uniti d’America senza necessità di visto usufruendo del programma “Visa Waiver Program – Viaggio senza Visto”, sono validi i seguenti passaporti:

  • passaporto elettronico, unico tipo di passaporto che viene rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006;
  • passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre 2005;
  • passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006.

Dal 1 aprile l’unico passaporto utilizzabile per richiedere l’Esta sarà quello elettronico.

Requisiti per viaggiare senza visto

Ricordiamo che per usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Viaggio senza visto) è necessario:

  • viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo;
  • rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni;
  • possedere un biglietto di ritorno.

In mancanza anche di uno dei requisiti elencati, è necessario richiedere il visto. Ricordiamo che la mancata partenza dagli U.S.A. entro i 90 giorni, potrà compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma.

I minori potranno beneficiare del Visa Waiver Program solo se dotati di passaporto individuale, non essendo sufficiente la loro iscrizione sul passaporto dei genitori. Nel caso in cui il minore sia iscritto nel passaporto di uno dei genitori, bisognerà richiedere il visto, qualunque sia il periodo di soggiorno negli U.S.A (oppure, ed è quello che consigliamo, conviene fare il passaporto individuale anche al minore.

NUOVE DISPOSIZIONI
L’Electronic System for Travel Authorization” (ESTA) ha sostituito la compilazione del modulo cartaceo I-94W (tale modulo veniva distribuito dal personale di bordo dell’aereo insieme al modulo per la dogana prima di atterrare sul suolo americano) e consente alle autorità degli Stati Uniti di effettuare il controllo sulle persone che hanno intenzione di entrare in territorio statunitense prima del loro imbarco su nave o aereo.

Le risposte dall’Esta

La nuova procedura è diventata obbligatoria a partire dal 12 gennaio 2009 e le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:

1)“Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on – line ed una conseguente nuova autorizzazione;

2)“Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato o all’Ambasciata per richiedere il visto di tipo B2 se si viaggia per turismo o B1 se invece si va per affari;

3) “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione (solitamente lo stato viene aggiornato dopo pochi minuti).

Un’autorizzazione “ESTA” (come già avviene attualmente in base al Visa Waiver Program) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti autorità doganali e di frontiera.

Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA ancor prima di acquistare il volo e comunque non meno di 72 ore prima della partenza.

Se sei in procinto di partire questo è il link del sito ufficiale in cui compilare il modulo.

Controlli all’immigrazione

Una volta atterrati negli USA e scesi dall’aereo, la prima pratica da espletare è quella all’immigrazione. Si fa la fila e quando arriva il proprio turno l’ufficiale della CBP (Custom e Border Protection) vi chiederà il passaporto e il modulo della dogana che avrete compilato in aereo. Inoltre se il vostro passaporto non è dotato dei dati biometrici, vi verranno prese le impronte digitali e verrete fotografati.

L’ufficiale inoltre vi può fare qualche domanda, del genere quanti giorni vi fermerete a New York, se è la prima volta negli USA (anche se lo sanno benissimo controllando la presenza di eventuali timbri precedenti) e lo scopo del viaggio.

Agli aeroporti JFK e Newark è presente il cosiddetto APC (Automated Passport Control, controllo automatico del passaporto). Il chiosco per il controllo automatico è utilizzabile, oltreché dai cittadini americani e canadesi, anche dagli italiani in possesso dell’Esta che hanno già effettuato almeno un viaggio negli USA dopo il 2008.

Utilizzare i chioschi senza dubbio snellisce di gran lunga le procedure dell’immigrazione.

Se è la prima volta che arrivate negli USA e quindi siete passati per forza dal controllo col personale, vi verrà timbrato il modulo doganale che consegnerete all’ufficiale della dogana. Il chiosco invece vi rilascerà una ricevuta.

Lo step successivo è il ritiro dei bagagli e quindi la dogana. Passeranno la valigia in uno scanner e se non avete niente da dichiarare, consegnerete il modulo o la ricevuta all’ufficiale della dogana e avrete finalmente completato le pratiche burocratiche.

A questo punto in base al mezzo di trasporto che avete scelto per arrivare a Manhattan o comunque al vostro alloggio, sarà sufficiente seguire le ottime indicazioni presenti. Ad es. se avete scelto il trasferimento con la navetta condivisa, seguite le indicazioni “Ground Transportation Desk” e lì consegnerete il foglio con la vostra prenotazione.

Quando non serve l’ESTA

L’esta va richiesta solo nel caso si viaggi senza visto e si arrivi negli Stati Uniti a bordo di un aereo o di una nave. Nel caso l’arrivo negli Stati Uniti avvenga via terra, non si dovrà compilare l’Esta, ma all’arrivo alla frontiera vi verrà fatto compilare il modulo I94W.

Chi possiede un visto non deve compilare l’Esta.


Banner USA - Canada 300x250


Itinerari per New York

1.938 Commenti

  1. Ciao Carlo,
    Ad agosto vorrei andare negli Stati Uniti, ho il passaporto fatto in agosto 2007 mi scade nel 2017, sembra che sia elettronico ma senza impronte, ha 32 pagine mai usato, pagato solo la tassa per un anno. Ma é valido? Posso viaggiare negli Stai Uniti? C’è bisogno di qualcos’altro? O devo rifarlo? Mi fa sapere? Grazie

  2. ciao mi chiamo luca e ho un visto esta che scade a giugno 2016.Devo viaggiare per una settimana a maggio negli stati uniti. Pensi ci potrebbero essere dei problemi vista la vicinanza della scadenza o no visto che il ritorno sul biglietto aereo e antecedente alla scadenza del visto ? grazie

    • Ciao Luca,
      se il passaporto è apposto per l’Esta non ci sono problemi, potrebbe scadere anche durante il viaggio, l’importante è che sia in corso di validità al momento della partenza.

  3. Salve sig. Carlo,
    devo compilare l’ESTA per la mia famiglia, io, mia moglie e due figlie minorenni.
    Ho visto sul sito dell’esta che oltre alla domanda individuale si puo’ fare anche una richiesta di gruppo ed effettuare quindi un unico pagamento.
    Posso usare questa soluzione o devo fare una richiesta individuale per ciascun membro della mia famiglia?
    Grazie per la consueta collaborazione e cordiali saluti.
    Andrea

  4. ciao Carlo !
    inanzitutto ne approfitto di questo spazio per farti i miei complimenti per la tua competenza, professionalità, disponibilità e celerità con qui segui questo sito e la gentilezza che riservi ai ai tuoi interlocutori. Anch’io ti volevo chiedere gentilmente un’informazione:
    io ho un passaporto rilasciato il 4 luglio del 2006 utilizzato per una vacanza a New York a novembre del 2014…in quell’occasione sono entrata cosi negli stati uniti accompagnata con documento ESTA . In questi giorni avevo pensato di ritornare new york prima che scadesse il passaporto (4/7/2016), anche perchè sapevo che potevo riusare ancora il documento ESTA per un altro ingresso, rilasciato nel precedente viaggio di novembre 2014. che ne dici è fattibile ? O devo impazzire per rifarmi un altro passaporto ?
    Grazie !
    Stefania

    • Ciao Stefania,
      essendo emesso nel 2006 dubito che sia un passaporto elettronico, l’unico valido dal 1 aprile per viaggiare senza visto, quindi purtroppo credo che devi fare un passaporto nuovo.

      • grazie CARLO !! purtropp devo rimandare il mio viaggio, non riuscendo a fare nuovo passaporto int termini brevi… ma appena in regola consulterò questo tuo splendido sito. Grazie di cuore ancora per la tua gentilezza e disponibilità.
        Stefania

  5. Salve!

    io e mio marito vogliamo andare a NY e stavo compilando ESTA
    Ho questo dubbio nella parte dove chiedono dove si lavora, io da un anno lavoro per conto mio come fotografa freelance con una regolare partita iva. Inserico quindi me stessa come il datore di lavoro? °_°

    E un’ altra cosa: non abbiamo ancora prenotato e quindi come indirizzo metto “unknown” ma potrebbe essere il motivo che la domanda verra rifiutata?

    grazie mille e scusa disturbo

    • Ciao Anna,
      per il lavoro si inserisci che sei “self-employed”.

      Per quanto riguarda l’altra tua domanda: assolutamente no, non è nemmeno un dato obbligatorio.

      • Grazie per la risposta!
        Hai ragione per quanto riguarda l’ indirizzo del hotel. Invece vogliono sapere (questo è obbligatorio) il contatto di là che può essere un amico o un parente, ma noi non abbiamo nessuno.. :(

  6. Buongiorno Sig. Carlo e grazie per le informazioni che date sempre e che sono sempre esaustive.
    Chiedo cortesemente questa info.
    In agosto mi recherò in vacanza a Miami per 4 giorni poi andrò ad Antigua. Al ritorno invece farò scalo da Antigua a New York per poi tornare a casa.
    Sul modulo ESTA basta indicare l’hotel di Miami dove soggiornerò o devo anche indicare che sono in transit per il volo di rientro?
    Inoltre a metà aprile mi scadono i due anni dell’Esta, posso rifarlo già ora o devo aspettare dopo la scadenza?
    Ancora grazie per il Vs. servizio.
    Andrea

    • Ciao Andrea,
      si è sufficiente indicare l’hotel di Miami. Oltretutto non è neanche un dato obbligatorio. Puoi rifarlo anche subito l’Esta non è necessario attendere la scadenza.

  7. Ciao!ad agosto dovrei andare negli stati uniti..ho letto che dal primo aprile si potranno utilizzare solo i passaporti elettronici (e il mio lo dovrebbe essere visto che è stato emesso nel 2009)..una mia amica però mi ha detto che ci possono essere comunque dei problemi x quelli emessi prima di maggio 2010. È vero?come posso essere sicura che il mio è valido?grazie mille

  8. Ciao Carlo,
    Il tuo sito è sempre utile e tu molto celere nelle risposte. È la prima volta negli USA e entrambi abbiamo un passaporto elettronico rilasciato dopo il 2006.
    Da quello che ho letto il visto non è necessario e devo procedere solo alla compilazione dell’ESTA. la mia domanda è se devo provvedere a compilare anche il viso waiver program o non è necessario.
    Ti ringrazio

  9. Ciao ho un passaporto rilasciato nel 2006, ed è di tipo con fotografia digitale (non microchip).

    Ho letto che in questo periodo di transizione prima del 1 aprile era possibile richiedere l’ESTA entro quella data per poter entrare negli Stati Uniti con ancora il vecchio passaporto. La richiesta la ho fatta 2 settimane fa ed è stata accettata.

    Ma oggi 1 aprile mi arriva una mail automatica STATUS CHANGE che dice che il mio passaporto non è valido per la richiesta, e mi serve un visto.

    Vorrei capire se è solo una mail automatica in un periodo di transizione o devo veramente andare in ambasciata per avere un visto, o semplicemente capire se in realtá con passaporto e esta precedentemente approvata posso entrare negli stati uniti.

    grazie

    • Ciao Mattia,
      dal 1 aprile è obbligatorio avere il passaporto elettronico per andare negli USA. Quindi ovviamente ti conviene rifare il passaporto che comunque ti scadrà a breve, piuttosto che richiedere un visto per turismo, non semplicissimo da ottenere.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.