Little Italy a New York

Little Italy, New York

3 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 30 Agosto 2019

Little Italy, ossia la “Piccola Italia”, è il famoso quartiere di Manhattan che, in passato, ospitava una nutrita popolazione di origini italiane.

Durante un viaggio a New York tanti considerano una tappa a Little Italy imperdibile, anche se oggi il quartiere è abitato da pochissimi italiani e i veri negozi e ristoranti italiani non sono numerosi.

Perché, allora, Little Italy attrae ancora tanto? Per il passato che evoca e perché, in fondo, mantiene un che di pittoresco.

Inoltre, molti turisti italiani vanno a Little Italy a caccia di un buon caffè!

Dove si trova e come arrivare

Il quartiere di Little Italy si trova nella parte meridionale del distretto di Manhattan, Lower Manhattan.

È delimitato a ovest dai quartieri di SoHo e TriBeCa, a sud da Chinatown, ad est dalla Bowery e dal Lower East Side, e a nord da NoLita (il cui nome significa, per l’appunto, North of Little Italy).

Per arrivare, la stazione della metro più vicina è quella di Canal Street (linee 4, 6, N, Q, R, J, Z).

La Little Italy di ieri

Un tempo Little Italy era davvero il cuore della vita degli italo-americani a New York: intere generazioni, infatti, stabilirono qui la loro dimora per oltre un secolo.

Il flusso migratorio dall’Italia iniziò alla fine del 1800. Tra il 1860 e il 1880, circa 68.000 italiani emigrarono a New York e ricrearono delle piccole regioni d’Italia per le strade della città.

La Little Italy del passato si estendeva a sud fino a Worth Street, a nord fino a Houston Street, ad ovest fino a Lafayette Street, e ad est fino alla Bowery.

Sicuramente era il quartiere italiano più conosciuto di New York, anche se non era l’unico e neppure il più affollato.

Nel distretto di Harlem, a est c’era l’Italian Harlem e nel Bronx gli italiani si erano stabiliti ad Arthur Avenue (ancora oggi considerata una “Little Italy” più genuina).

Comunità di italiani si trovavano inoltre a Brooklyn (dove vivono ancora, nel sobborgo di Bensonhurst), nel Queens e a Staten Island, dove tuttora risiede un elevato numero di italo-americani, peculiarità dalla quale è derivato il soprannome Staten Italy e Italian Island.

La Little Italy di oggi

Oggi la zona di Little Italy si è fortemente ridimensionata: comprende pochi isolati lungo Mulberry Street e Grand Street.

Il quartiere è stato progressivamente “fagocitato” dai suoi vicini di casa (che, come è noto, non sempre sono discreti!): il quartiere di SoHo e, in particolare, quello di Chinatown.

Non significa che gli italo-americani siano diventati merce rara nella Grande Mela. Al contrario, oggi sono circa 700.000, ma non abitano più a Little Italy.

Durante la vostra vacanza a New York, per approfondire la conoscenza del fenomeno dell’immigrazione in America ricordate di visitare anche il Museo dell’Immigrazione di Ellis Island.

Cosa aspettarsi dal quartiere

Cosa vedrete oggi a Little Italy?

Prevalentemente, bandierine italiane, botteghe, ristoranti che affermano di essere italiani (le cui insegne diventano scenografiche la sera, quando sono illuminate) e camerieri che invitano ad entrare declamando le portate dei menù!

Una passeggiata nel quartiere richiede veramente poco tempo.

Per questo motivo, anche se Little Italy è diventata un’attrazione turistica – quasi simile ad un parco tematico – potete farci comunque un salto per vedere come si presenta oggi e provare ad immaginare quale doveva essere il suo aspetto agli inizi del Novecento.

Vi segnaliamo questi punti di interesse:

⇒ Il Mulberry Street Bar, un locale degli inizi del Novecento in cui sono state girate scene di serie TV e film come Kojack, I Soprano, Law & Order, Donnie Brasco, Nove Settimane e mezzo. Indirizzo: 176 Mulberry Street.

⇒ L’edificio dell’ex quartier generale della Polizia (Old Police Headquarters) al 240 di Centre Street, ritenuto una delle più belle strutture architettoniche di New York. Costruito tra il 1905 e il 1909 in stile Beaux Arts, comprende cinque piani e ha funzionato come sede della Polizia dal 1909 al 1973.

Iscritto nel Registro nazionale dei luoghi storici dal 1980, nel 1987 è stato riconvertito ad uso residenziale: ospita condomini di lusso ed è noto come Police Building Apartments.

Video passeggiata a Mulberry Street

Festa di San Gennaro

Durante la seconda metà di settembre, a Little Italy si celebra la Festa di San Gennaro, un avvenimento molto sentito.

Questo appuntamento legato alla devozione verso il santo si ripete dal 1926: comprende cerimonie religiose e festeggiamenti a base di musica, danze e cucina italiana!

Festa di San GennaroTutte le info

Mangiare italiano a Little Italy?

Moltissimi ristoranti di Little Italy si definiscono italiani e cercano di attirare la clientela, ma attenzione! Per lo più si tratta di finti e costosi ristoranti italiani.

Come riconoscerli? Semplice! Di solito il menù include qualcuno di questi piatti:

  • Fettuccine all’Alfredo (troverete spesso scritto “Fettuccini”), poco conosciute in Italia, a base di parmigiano e di burro, ingrediente che spesso in America viene sostituito con la panna. Volete davvero mangiare pasta in bianco a New York? 🙂
  • Pasta con il pollo, oppure pizza con il pollo
  • Pasta con il ketchup
  • Spaghetti con le polpette (meatball)
  • Insalata Caesar (inventata da un emigrato italiano, Caesar Cardini, ma che in Italia non è affatto conosciuta)
  • Gamberi alla parmigiana (Shrimp Parmigiana, dove naturalmente non c’è traccia di melanzane)

Se volete assolutamente concedervi una sosta gastronomica a Little Italy, potete entrare nella pasticceria Ferrara, Ferrara Bakery & Cafe (95 Grand Street), aperta nel 1892 e che è stata di fatto il primo bar espresso di New York. Qui troverete cannoli, babà e dolci americani. Essendo un luogo storico, i prezzi non sono economici (e, curiosamente, non è detto che il personale sia in grado di comunicare in italiano).

Per suggerimenti su ristoranti di New York in cui gustare pranzi e cene davvero italiani, leggete qui.

E se a Little Italy non avete trovato il caffè e cappuccino che sognavate, potete proseguire la vostra ricerca in uno di questi locali.

Dormire a Little Italy

Little Italy può essere una zona piacevole in cui soggiornare, considerando la sua vivacità e la vicinanza ad altri quartieri interessanti.

Naturalmente, data la sua attuale dimensione, le strutture ricettive (hotel e appartamenti) non sono numerose.

Potreste eventualmente considerare di alloggiare nei quartieri limitrofi, oppure in altre zone. In questa pagina trovate suggerimenti utili su dove dormire a New York.

Tour a Little Italy

Ci sono diversi modi per visitare Little Italy e i quartieri circostanti: in autonomia arrivandoci in metro o in taxi, con il bus turistico hop-on hop-off oppure con un tour guidato da una persona in carne ed ossa!

Vi consigliamo il tour in italiano “Downtown Manhattan”, con la guida esperta Frank De Falco, per andare alla scoperta della zona sud della città.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze


Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (4 voti, media: 3,50 su 5)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

3 commenti su “Little Italy, New York”

  1. Ciao Carlo , ho visto tramite il sito della festa di San Gennaro che sono indicati diversi giorni in cui viene festeggiato il santo.. Sai indicarmi il giorno in cui avverra’ la processione? Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *