TriBeCa

Tribeca, New York

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 5 Luglio 2019

TriBeCa (o Tribeca) è un quartiere estremamente trendy della Grande Mela.

Si trova a Lower Manhattan, solitamente non compare nell’elenco dei “luoghi da non perdere” a New York, eppure chi va a vederlo resta conquistato dal suo aspetto pittoresco e dal suo charme.

Ha strade di ciottoli, magazzini storici convertiti in loft multimilionari, numerosi caffè, ristoranti di fama mondiale e persone chic che si muovono con disivoltura per le strade. Riuscite ad immaginarlo?

Una passeggiata in questo quartiere esclusivo (e costoso!) è vivamente consigliata, anche per cogliere il forte senso di comunità dei suoi abitanti, che sono in tutto circa 17.000.

E chissà che non vi capiti anche di incontrare qualcuno dei numerosi V.I.P. che ci abitano!

Dove si trova e come arrivare

TriBeCa si trova a sud ovest di Manhattan e confina a nord con SoHo, a est con Chinatown, a sud con il Financial District, a ovest con Battery Park e con il fiume Hudson.

Per arrivare, prendete la metro fino alla stazione di Franklin Street (linee 1 e 2) oppure di Canal Street (linee A, C, E).

Cosa significa TriBeCa

Il termine fu coniato dagli urbanisti negli anni Sessanta e significa TRiangle BElow CAnal, cioè “triangolo sotto Canal Street”.

È uno dei tanti acronimi e sigle che caratterizzano la toponomastica di New York: pensiamo anche a SoHo, NoHo, DUMBO e NoLita.

Galleria foto di TribeCa

Cosa fare e vedere

TriBeCa non ospita i grandi musei o i maggiori punti di interesse di New York: la principale attrazione del quartiere è il quartiere stesso.

Con il suo aspetto raccolto, i rari grattacieli, le stradine di ciottoli, i negozi ricercati, le caffetterie, i pub, i ristoranti eccellenti, i loft, le persone dai look impeccabili, il senso di sicurezza che trasmette, TriBeCa vi offrirà uno spettacolo imperdibile del lato più cool di New York.

Ma non finisce qui. Oltre a passeggiare per le sue vie, ecco cosa potete fare:

Visitare il Mmuseumm

Un museo piccolo, che più piccolo non si può, lontano dai sentieri battuti del turismo.

Nascosto in un vicolo (4 Cortlandt Alley) è contenuto in un ascensore per merci (!) e ha l’obiettivo di esplorare l’umanità moderna e gli eventi attuali attraverso la scoperta di oggetti provenienti da tutto il mondo, trovati oppure appositamente realizzati.

Un interessante progetto di Object Journalism.

In esposizione, oggetti di tanti tipi. Per esempio: corn flakes, monete, zanzare schiacciate, tubetti di dentifricio. Ogni oggetto ha la sua storia.

Vi sembra un po’ surreale? In effetti lo è. Prima di andare, date un’occhiata al sito ufficiale, per decidere se il messaggio tramesso dal Mmuseumm può essere intrigante per voi.

L’ingresso è gratuito ma le donazioni sono molto gradite. Apre il venerdì, il sabato e la domenica dalle 11.00 alle 18.00, e dal lunedì al giovedì solo su appuntamento.

Andare a vedere la caserma del film Ghostbusters

Proprio lei! Il quartier generale degli acchiappafantasmi si trova all’indirizzo 14 North Moore Street, all’incrocio con Varick Street.

In realtà, è una caserma dei Vigili del Fuoco operativa tra le più antiche della città: tra l’altro, i suoi uomini hanno partecipato attivamente ai soccorsi in seguito agli attentati dell’11 settembre.

Ammirare l’edificio storico New York Mercantile Exchange

Questo edificio in mattoni rossi, realizzato in stile Queen Anne, risale al 1886. Progettato da Thomas R. Jackson, si trova al 6 di Harrison Street. Ha cinque piani e un’imponente torre.

Andare al Molo 25 (Pier 25) nell’Hudson River Park

Il Pier 25 è il molo più lungo dell’Hudson River Park, il parco lungo il fiume Hudson, e vi consigliamo di visitarlo quando il tempo è bello.

Comprende piccoli ormeggi per le barche, un grande parco giochi e un campo da golf in miniatura (con 18 buche!). Inoltre, troverete pareti per arrampicata, campi da beach volley e un bel solarium.

Durante la stagione estiva questa zona può diventare piuttosto affollata!

Visitare il Children’s Museum of the Arts New York

Fondato nel 1988 a SoHo, e trasferito nell’attuale dimora di TriBeCa (più grande) nel 2011, questo interessante museo per famiglie possiede una collezione permanente composta da oltre 2.000 pezzi di opere d’arte di bambini, che arrivano da tutto il mondo.

Inoltre, cura l’introduzione all’arte, dando ai visitatori (circa 135.000 all’anno) la possibilità di creare di persona insieme agli artisti che ci lavorano!

Si trova all’indirizzo 103 Charlton Street e qui trovate indicati gli orari di apertura e i prezzi dei biglietti.

A proposito, se cercate suggerimenti per trascorrere una meravigliosa vacanza a New York con i bambini, leggete qui.

Prendere una lezione di trapezio alla Trapeze School New York – Pier 40

Lo farete davvero? 🙂

Potete provare voi stessi, oppure far vivere questa esperienza in sicurezza ai vostri bambini. Gli istruttori sono pazienti, gentili e incoraggianti.

Chi si è già cimentato assicura che è divertentissimo e che (udite, udite) non è necessario essere super atletici per poter tentare l’impresa.

Se troverete il coraggio di salire su quella scala e saltare, fatecelo sapere! Dovete andare al Pier 40 presso l’Hudson River Park.

Passeggiare al Washington Market Park

Il Washington Market Park (199 Chambers Street) occupa 1,61 ettari.

Fortemente desiderato dagli abitanti del quartiere, che prima potevano contare su pochissimi e ridotti spazi verdi (come il minuscolo parco triangolare Duane Park), il Washington Market Park è stato inaugurato nel 1983.

Prende il nome dall’ex Washington Market, che era il maggiore mercato di prodotti all’ingrosso di New York, specialmente tra il 1880 e il 1910, e i cui edifici furono abbattuti negli anni Sessanta.

Il parco vanta la presenza di bei giardini, di un grande parco giochi tra gli alberi, di un campo da basket e uno da tennis, inoltre è ideale per un picnic e ospita numerosi eventi della comunità del quartiere, dai concerti alle proiezioni di film.

Se vi piacciono i parchi, qui trovate informazioni sui più belli di New York!

Andare alla Dream House

Lo spazio al 275 di Church Street appartiene alla Mela Foundation ed è una sorta di galleria d’arte con esposizioni temporanee sperimentali basate sull’uso di luci e suoni.

Se vi va, potete entrare in questo luogo particolare (al prezzo di $10) per ammirare le installazioni luminose del momento: solitamente sono rilassanti.

Assistere ad una proiezione del TriBeCa Film Festival

Il famoso festival cinematografico è di certo una tentazione forte per gli appassionati di cinema!

Se lo siete, e andrete a New York nel periodo in cui si tiene il festival (ve ne parleremo in un successivo paragrafo), potreste acquistare i biglietti per qualche cortometraggio o lungometraggio.

Le proiezioni e le presentazioni si svolgono in diversi teatri e cinema del quartiere.

Solitamente sono previsti anche eventi gratuiti, sempre apprezzati dal pubblico.

Partecipare al festival culinario Taste of TriBeCa (terzo sabato di maggio)

Questo appetitoso festival culinario all’aperto si svolge tutti gli anni anno il terzo sabato di maggio, nella Duane Street.

Famosi chef dei ristoranti del quartiere sono soliti preparare i loro piatti forti, che potrete assaggiare versando un contributo fisso (ma non per questo basso!).

Dove mangiare

La cucina che si può trovare a TriBeCa è rinomata e costosa.

Segnaliamo alcuni eccellenti ristoranti nei quali è preferibile non entrare “con i soldi contati”!

Tribeca Grill (375 Greenwich). Questo ristorante di classe esiste dal 1990 e tra i suoi comproprietari figura Robert De Niro (che abita proprio a TriBeCa). La posizione è eccezionale, il servizio impeccabile e il cibo di livello elevato. Il menù comprende piatti ricercati, molti dei quali di ispirazione italiana. Numerose le pietanze alla griglia, come suggerito dal nome del locale stesso.

Anche Locanda Verde (377 Greenwich Street) vede Robert (De Niro) come proprietario. Propone piatti italiani leggermente modificati. Cosa aspettarsi? Ottimi sapori e un discreto rumore, trattandosi di un locale molto frequentato e alla moda.

Bubby’s (120 Hudson Street) è eccezionale per il brunch e adatto anche alle famiglie. Andarci e non assaggiare i pancake sarebbe un delitto!

Odeon (145 W Broadway), un bistro francese che offre anche piatti della cucina americana e contemporanea, vi farà sentire a metà strada tra New York e Parigi!

Grand Banks (Pier 25, Hudson River Park). Un bar trendy da frequentare nella bella stagione se amate i cocktail e frutti di mare, in particolare le ostriche. Si trova su una barca da pesca storica.

Jungsik (2 Harrison Steet), un ristorante coreano dall’atmosfera estremamente formale, che propone un curatissimo menù asiatico fusion. Ha conquistato due stelle Michelin.

Brandy Library (25 N Moore Street) è un locale specializzato in cocktail. Sembra una libreria ma è pieno di distillati provenienti da tutto il mondo!

Un piccolo locale con prezzi più accessibili è invece Nancy Whiskey Pub (1 Lispenard Street). L’atmosfera è informale e potete gustare ottimi hamburger, patatine e birra.

Dove fare shopping

A TriBeCa difficilmente troverete negozi di articoli low cost o delle grandi catene dai prezzi accessibili.

Vi imbatterete, piuttosto, in negozi ricercati, particolari, originali, di dimensione piccola o media. Qualche indirizzo utile:

  • Per uno shopping “gastronomico” di alta qualità (e prezzi conseguentemente elevati), potete andare da Whole Foods Market (270 Greenwich Street). C’è anche una tavola calda con numerose proposte – dolci e salate – grandi spazi per sedersi, ambienti puliti e personale gentile.
  • Bed Bath & Beyond (che si trova a sua volta al 270 di Greenwich Street) vende articoli per la casa e fa parte di una catena molto diffusa negli USA.
  • Fountain Pen Hospital (10 Warren Street) è un paradiso per gli amanti delle penne, stilografiche e non. Qui troverete una vasta gamma di penne moderne e anche vintage. Effettuano anche riparazioni e c’è da fidarsi: il negozio esiste dal 1946 quindi vanta una lunghissima esperienza.
  • The Mysterious Bookshop (58 Warren Street) è da vedere. Questa originale libreria (piena di libri fino al soffitto!) aperta nel 1979 dal curatore editoriale Otto Penzler, è specializzata nei libri del genere thriller, poliziesco e horror. La loro serie Bibliomystery presenta testi di alcuni dei più grandi autori del genere, scritti esclusivamente per questo negozio, che pubblica anche edizioni limitate di libri di autori come Michael Connelly, James Ellroy e Lee Child.
  • Thom Browne (100 Hudson Street), negozio di abbigliamento maschile e femminile dello stilista americano – Browne, per l’appunto – che ha debuttato nel 2003.
  • Nini Lotan (188 Duane Street) è uno dei punti vendita dell’omonima stilista israeliana di moda prêt-à-porter amata da V.I.P. come Gigi Hadid, Kendall Jenner, Christy Turlington, Jennifer Lawrence, Gwyneth Paltrow, Julianne Moore e Karolina Kurkova.
  • Patron of the New (151 Franklin Street) propone abbigliamento per uomo, donna e bambino di svariati designer.
  • J.Crew The Ludlow Shop at 50 Hudson (50 Hudson Street) è specializzato nell’abbigliamento maschile.
  • Valley (393 Greenwich Street) è una boutique che offre capi di abbigliamento e accessori molto ricercati.

Un negozio dai prezzi ragionevoli è invece il punto vendita della catena Target (255 Greenwich Street), che propone prodotti di bellezza, per la casa, cibo e abbigliamento.

Dormire a TriBeCa

Gli hotel della zona sono lussuosi e ricchi di ogni comfort; i prezzi riflettono il livello delle strutture!

Scegliere questo quartiere vuol dire preferire la tranquillità, lontano dalle grandi folle di Midtown, ma comunque poter contare su una zona abbastanza viva.

Tra l’altro, la presenza di numerosi personaggi famosi contribuisce alla sicurezza di TriBeCa, ritenuto uno dei migliori quartieri dove soggiornare a New York.

Il TriBeCa Film Festival

Fondato nel 2002 da Robert De Niro, Jane Rosenthal e Craig Hatkoff, in seguito agli attentati dell’11 settembre 2001, il Tribeca Film Festival (questo il suo sito ufficiale) è in breve diventato un festival cinematografico di primo piano.

I tre ebbero l’idea di creare questa rassegna di cinema indipendente per rivitalizzare i dintorni di TriBeCa e contribuire al recupero di Lower Manhattan.

L’iniziativa ebbe un grandissimo successo di critica e di pubblico, e quest’anno (dal 24 aprile al 5 maggio 2019) ha festeggiato il suo diciassettesimo compleanno.

Un po’ di storia

Il quartiere, complice la vicinanza alle banchine, si sviluppò intorno ad una florida base industriale – soprattutto tessile – alla fine del XIX secolo. In precedenza era stato una zona agricola.

Nei primi del XX secolo, il rallentamento del lavoro in fabbrica portò all’abbandono dei loft e dei grandi magazzini che ancora oggi fanno parte del quartiere.

Negli anni Settanta, molti artisti lasciarono il quartiere di SoHo, diventato più caro, e si trasferirono a TriBeCa, nel loft che si dimostrarono perfetti per le loro esigenze. Al rinascimento artistico della zona si accompagnò quello commerciale a abitativo, dato che nel quartiere iniziarono a stabilirsi anche le famiglie.

TriBeCa somiglia molto a SoHo, avendo avuto una storia simile di riconversione dei vecchi magazzini industriali in loft magnifici, luminosi e spaziosi.

Oggi TriBeCa è uno dei luoghi più costosi e trendy di tutta New York.

V.I.P. a TriBeCA

I personaggi dello Star System amano trattarsi bene, si sa, e il fatto che abbiano casa a TriBeCa la dice lunga sul fascino del quartiere.

Cosa attira i V.I.P.? Principalmente, l’esclusività di questo quartiere industriale di innegabile bellezza, diventato centro della moda e della creatività.

Altra apprezzata caratteristica è la riservatezza degli appartamenti, molti dei quali sono stati definiti “a prova di paparazzi”.

È arrivato il momento di fare i nomi: Robert de Niro, Scarlett Johansson, Heather Graham, Mariah Carey, Justin Timberlake e Jessica Biel, Meryl Streep, Leonardo DiCaprio, Jake Gyllenhaal, Taylor Swift, Meg Ryan, Beyoncé e Jay-Z.

Curiosità

  • Il nome del quartiere è piaciuto tanto a qualche genitore: c’è un discreto numero di bambine chiamate Tribeca, che si presta bene ad essere abbreviato in “Becca”
  • Jay-Z ha citato TriBeCa nel suo famoso brano “Empire State of Mind”, un inno alla città di New York cantato insieme ad Alicia Keys.
  • Avete l’idea di cambiare vita e trasferirvi a New York, magari a TriBeCa? Sappiate che da queste parti i prezzi degli affitti vanno da $3.000 a $5.000 al mese per un monolocale o un appartamento con una camera da letto.
  • Guardando la mappa di New York noterete che oggi TriBeCa non è affatto triangolare, come il suo nome suggerisce.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze


Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *