New York in 1, 2, 3, 4, 5, 6 o 7 giorni: itinerario

Cosa vedere a New York in 4 giorni: itinerario di Carlo

Home >> Gli itinerari di New York di Carlo >> Cosa vedere a New York in 4 giorni: itinerario di Carlo

In questa pagina vi consiglierò tramite un itinerario dettagliato, le cose da vedere a New York in 4 giorni, per sfruttare al meglio la vostra vacanza negli USA.

Vi accompagnerò alla scoperta delle attrazioni principali, vi consiglierò i migliori posti dove mangiare e vi fornirò informazioni precise su come muoversi a New York.

Prima di iniziare con l’itinerario vi segnalo queste due risorse che sono sicuro troverete molto utili.

Tour guidati in italiano con la nostra guida Frank De Falco. Vanta oltre 500 recensioni su Trip Advisor, con una media di 5* (il massimo) e certificato di eccellenza conseguito ogni anno.

New York con Carlo: scaricate l’itinerario ancora più dettagliato con indicazioni svolta per svolta (gira a destra, gira a sinistra…) in modo da avere già la “pappa pronta” per la vostra vacanza.

Informazioni generali su New York

Come arrivare dall’aeroporto

Come funziona la metro

Dove dormire

Quale pass scegliere

Dove mangiare

Giorno 1

Itinerario New York in 1 giorno

Duante il primo giorno a disposizione per visitare New York, non c’è dubbio che bisogna sfruttarlo al massimo. Se è la vostra prima volta a New York vi consiglio di concentrarvi sulle cose più famose da vedere.

Secondo me è una buona idea scegliere come mezzo di trasporto un tour in autobus hop-on hop-off, il quale vi porta direttamente alle attrazioni più importanti di New York e vi permette di ammirare la città anche durante il tragitto, cosa che dalla metro ovviamente non è possibile fare.

Top of the Rock

metro: B, D, F, M stazione 47-50 Streets – Rockefeller Center Station

Visto che 4 giorni a New York non sono tantissimi, vi consiglio di visitare il Top of the Rock al in quanto dal suo osservatorio potrai ammirare e fotografare l’Empire State Building guardando verso sud e guardando a nord avrai una fantastica visuale di Central Park.

Consiglio di arrivare verso le 9 così da evitare la folla. Il Top of the Rock ha 3 piani d’osservazione, sia all’aperto sia al chiuso.

La visita a questo grattacielo prenderà all’incirca 1h30minuti, due ore.

Scesi dal Top of the Rock visto che vi trovate già lì visitate il Rockefeller Center. Se vi trovate nel periodo natalizio, potrete ammirare l’albero di Natale e la pista di pattinaggio.

Nelle immediate vicinanze del Rockefeller Center c’è il MoMA, ma stando a New York solo per un giorno, a meno che non siate dei veri appassionati di arte moderna, io lo salterei.

Central Park

Terminata la visita al Rockefeller Center, dalla 5th Avenue dirigetevi verso nord (si capisce perché la numerazione delle streets aumenta) per fare una passeggiata nel parco più famoso del mondo.

Dal Rockefeller Center a Central Park sono appena 10 minuti di cammino.

All’altezza della 59th Street prima di entrare a Central Park se siete degli appassionati potete fare un rapido giro al famoso Apple Store col cubo di vetro.

Considerato che saranno circa le 11:30-12 potete fare un goloso brunch da Sarabeths (40 Central Park S).

Ora che abbiamo ripristinato le forze possiamo addentrarci nel parco.

Vi consiglio di salire fino alla W72nd dove si trova la zona di Strawberry Fields e del Dakota Building appena fuori dal parco.

Questa passeggiata, considerando le soste per le foto e i vari sentieri, prenderà circa 2 ore, quindi saranno circa le 15-15:30.

Ponte di Brooklyn

A questo punto prendete la metro 2 o 3 (o l’autobus hop-on hop-off) dalla stazione 72nd Street – Broadway in direzione Downtown-Brooklyn.

Scendete direttamente a Brooklyn alla stazione di Clark Street. Vi trovate nello storico quartiere di Brooklyn Heights.

Questo quartiere offre una bellissima promenade che vi regalerà dei panorami stupendi sullo skyline di Manhattan.

Percorrete la promenade verso sud dirigendovi quindi a Dumbo.

Dopo aver fatto tantissime altre foto dal Brooklyn Bridge Park, percorrete verso nord Washington Street dove troverete l’accesso pedonale (con scale) al ponte di Brooklyn, che quindi attraverserete in direzione Manhattan.

Dal Brooklyn Bridge sarà possibile ammirare anche la Statua della Libertà.

La fine (o l’inizio in base a come lo si percorre) del ponte di Brooklyn a Manhattan è in Centre Street.

Ground Zero – World Trade Center

Da qui sono solo 10 minuti di passeggiata fino alla zona di Ground Zero o ormai sarebbe meglio dire del nuovo World Trade Center. Qui da non perdere il bellissimo 9/11 Memorial.

Se si vuole godere di un panorama mozzafiato dal più alto grattacielo di New York è possibile salire in cima all’Osservatorio dell’One World Trade Center.

Per una cena in tipico stile americano, da non perdere un ottimo hamburger nel vicino Shake Shack (215 Murray Street).

Giorno 2

Itinerario New York in due giorni

Anche in questo secondo giorno non mancheranno le cose da visitare.

Statua della Libertà e Ellis Island

Non si può non iniziare la visita di New York dal suo simbolo: la Statua della Libertà. Dopo aver fatto colazione (scopri i migliori posti in cui farla se non è inclusa nel tuo hotel), dirigetevi nella punta sud di Manhattan.

Se arrivate dal West Side prendete la linea 1 e scendete a South Ferry; se arrivate dall’East Side prendete la metro 4 o 5 e scendete a Bowling Green.

Entrambe le stazioni si trovano a pochi minuti a piedi dal molo in cui partono i battelli per la Statua della Libertà e Ellis Island.

Vi consiglio di arrivare presto, intorno alle 9, per evitare le grandi folle.

Se volete visitare anche la Corona sarà necessario fare anticipatamente i biglietti sul sito ufficiale con diverso tempo di anticipo.

Il battello ferma prima alla Statua della Libertà e poi a Ellis Island. Vi consiglio vivamente di visitare anche l’isola delle lacrime, vale veramente la pena.

Dopo Ellis Island il battello vi riporterà a Battery Park.

In media occorrono circa due ore, 2h30m per visitare queste due attrazioni.

Lasciata Battery Park dirigetevi verso la zona di Pearl Street.

Ormai è ora di pranzo quindi vi fermerete a mangiare nello storico locale Fraunces Tavern; oltre ad essere una taverna che propone ottimo cibo americano, è anche un museo, in quanto era frequentato da George Washington.

Rifocillati, dopo pranzo dirigetevi verso Wall Street.

Wall Street

Prima di arrivare nella via simbolo della finanza mondiale, passate a Bowling Green dove sarà possibile ammirare il Charging Bull. La Fearless Girl si trova invece davanti alla Borsa di New York in Broad Street.

A Wall Street da non perdere la Federal Hall.

9/11 Museum

Visto che non avete fatto in tempo durante il vostro primo giorno a New York a visitare il 9/11 Museum in quanto era già chiuso al vostro arrivo, approfittatene nel secondo giorno di vacanza.

È un museo che attraverso oggetti e filmati ripercorre i fatti di quella tristissima giornata.

Molto toccante.

A breve distanza se non volete andare via a mani vuote da New York, c’è il famoso outlet Century 21, dove potrete fare tantissimi acquisti ad un ottimo prezzo, specialmente se scegliete le marche americane.

Finito lo shopping prendete la metro per dirigervi a Midtown Manhattan vicino all’Empire State Building, dove salirete dopo cena per ammirare la città illuminata.

Al piano terra dell’Empire State Building c’è un ottimo ristorante americano, con prezzi non proprio economici, ma adeguati alla grande qualità che offre: State Bar and Grill.

Sempre all’interno dell’Empire State Building c’è anche un ristorante giapponese, Sushi-teria.

Ora che la pancia non brontola più potrete finalmente salire all’osservatorio dell’86° piano dell’Empire State Building e ammirare la fantastica vista.

Buonanotte.

Giorno 3

Itinerario New York in 3 giorni

Questo è il vostro penultimo giorno a New York e potrete continuare a scoprire ancora bellissimi quartieri tralasciati nei primi due giorni.

Il terzo giorno di vacanza a New York vi porterà a scoprire i bellissimi quartieri di Lower Manhattan: Chinatown, SoHo, Greenwich Village, Meatpacking District e High Line.

Iniziamo!

SoHo

Partite alla scoperta della città iniziando da SoHo, famoso per i suoi edifici in ghisa e per lo shopping.

Nella versione completa del mio ebook troverete l’itinerario dettagliato delle vie principali da scoprire nel quartiere.

La zona di SoHo, shopping escluso, vi prenderà circa un’ora, 1h30m.

Se vi concentrerete sullo shopping potete trascorrere anche tutta la mattinata in questo splendido quartiere, il quale offre anche tantissime opzioni in cui mangiare.

Uno dei posti che vi suggerisco assolutamente di provare è il bistrot francese Balthazar, se avete la fortuna di trovare un tavolo disponibile, senza attendere troppo.

Chinatown e Little Italy

Dopo SoHo andate verso Chinatown e Little Italy; non a tutti piacciono questi quartieri, ma specialmente se è la prima volta a New York almeno una passeggiata la meritano.

Greenwich Village

Questo quartiere mette d’accordo tutti: si tratta probabilmente di una delle zone più belle di Manhattan.

La pace che regna in questa zona ti fa quasi dimenticare di essere a New York.

Si tratta di una delle zone più belle in cui vivere a New York.

Da non perdere la casa di Carrie Bradshaw in Perry Street, il palazzo di Friends in Bedford Street e il mitico Washington Square Park, dove potrai sfidare i giocatori di scacchi.

In Bleecker Street da non perdere un cupcake da Magnolia Bakery (frequentato nel telefilm Sex and the City).

Passeggiando per il Village dirigetevi verso la zona ovest per raggiungere il Meatpacking District.

Meatpacking District, Chelsea Market e High Line

Il Meatpacking District è l’esempio più fulgido di come i quartieri a New York cambino piuttosto in fretta.

Fino a non troppi anni fa questa zona ospitava dei mattatoi e ora in giro si vedono praticamente solo boutique.

Un’ottima soluzione per la cena è rappresentata dal Chelsea Market, un’ex fabbrica di biscotti trasformata in un bellissimo centro dove ci sono tantissimi ristoranti (tra cui anche quello del nostro connazionale Giovanni Rana) e negozi.

Dopo cena (da verificare gli orari in base al periodo in cui vi trovate a New York) farete una passeggiata sulla High Line, un parco sopraelevato ricavato dall’ex ferrovia che transitava in questa zona.

Percorrete tutta la High Line che vi condurrà direttamente alla vostra prossima destinazione: lo spettacolare osservatorio the Edge.

Giorno 4

Itinerario New York in 5 giorni

L’itinerario di 4 giorni a New York è già arrivato all’ultimo giorno e vi suggerisco di visitare le cose secondo me più interessanti che sono rimaste.

Palazzo dell’Onu

Che ne dite di una visita al Palazzo delle Nazioni Unite? Anche questa è una cosa che potrete fare esclusivamente a New York.

La visita va prenotata con largo anticipo specialmente se volete un tour in italiano.

Per ritornare verso la zona di Midtown percorrete la 42nd Street fermandovi alla Grand Central Terminal per pranzo.

Grand Central Terminal

Sapevate che ha una bellissima zona dedicata esclusivamente a ristoranti?

Potrete scegliere tra cibi di ogni tipo: dal ristorante cinese, agli hamburger di Shake Shack.

Oltreché per mangiare merita anche una visita questa bellissima stazione.

Inoltre dentro questa stessa stazione si trova l’ingresso per l’osservatorio Summit One Vanderbilt, il più spettacolare tra i 5 di New York, in my opinion.

5th Avenue: New York Public Library e Bryant Park

Continuando verso ovest arriverete sulla 5th Avenue e vi troverete davanti la bellissima New York Public Library. È possibile entrare gratuitamente al suo interno.

Accanto alla New York Public Library si trova il bellissimo Bryant Park, perfetto per sedersi e rilassarsi dopo le lunghe camminate fatte.

State sempre sulla Fifth Avenue e all’altezza della 53rd girate a sinistra e troverete il bellissimo museo di Arte Moderna, il MoMA.

La sera cenerete a Times Square (uno dei miei ristoranti preferiti è Bubba Gump) e poi perché non assistere ad un bel Musical di Broadway?

Estensione viaggio visitando i dintorni di New York

I vostri 4 giorni a New York sono terminati, ma magari era solo una parte del viaggio e l’altra la dedicherete a visitare le altre città della costa est degli USA?

Infatti non lontanissime da New York ci sono città storiche come Philadelphia, ad appena 2 ore da New York; la capitale Washington DC se magari volete togliervi lo sfizio di visitare la Casa Bianca; l’europea Boston o lo spettacolo naturale delle Cascate del Niagara.

O magari puntate ancora più in la e volete visitare Miami per trascorrere qualche giorno al mare? Qui trovate il mio itinerario.

Questi invece sono dei tour organizzati che partono e ritornano a New York e vi portano anche a fare un giro in Canada, nella bellissima Toronto.

    Banner New York con Carlo

15 Commenti

  1. Ciao Carlo, ho acquistato il tuo ebook “NY con Carlo – Itinerario per una settimana” e lo trovo molto interessante tanto da chiederti se mi puoi inviare gli itinerari in pdf .
    Grazie

  2. Ciao Carlo, complimenti intanto per l’entusiasmo e la passione che trasmetti per questa città. Anche io ho acquistato in Amazon il tuo e-book “New York con Carlo – itinerario per una settimana” e ho anche lasciato una recensione. Ti chiedo, per favore, se puoi inviarmi il formato .pdf.
    Grazie.

  3. Ciao Carlo,il prossimo mese con mio marito saremo a NY per una settimana (20/27).
    la ns intenzione è di visitare il maggior numero di cose….abbiamo solo un dubbio, ci piacerebbe fare anche una giornata a Washington.
    La ns indecisione è data dal fatto che sappiamo bene che questi tour sono massacranti e con dei ritmi talmente serrati che alla fine si vede ben poco.Tu cosa ci consigli? È il caso di desistere e dedicarci solo a NY?

  4. Ciao Carlo sono Alessia andrò a new York dal 24 settembre al 3 ottobre.. Alloggio in casa privata di mia zia che abita verso fine Manhattan quasi nel Bronx.. Vorrei un consiglio su itinerario siccome sono anche da sola e la sera vorrei tornare anche presto non al buio.. Ti ringrazio mille

  5. Ciao Carlo,
    ho appena acquistato in Amazon il tuo e-book “New York con Carlo – itinerario per una settimana”. Ti chiedo, per favore, se puoi inviarmi il formato .pdf.
    Grazie.

    1. Ciao Vittorio,
      sarò felicissimo di inviarti il mio itinerario in pdf, ti chiedo gentilmente in cambio di lasciare una recensione su Amazon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *