Roosevelt Island: ammirare New York dalla funivia

15 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 20 Novembre 2019

Visitare Roosevelt Island col tramway

La piccola Roosevelt Island è un luogo di New York che tanti turisti non conoscono ancora.

Un vero peccato, perché la tranquilla isoletta offre vedute privilegiate della frenetica Manhattan e del Queens e vanta la presenza di interessanti attrazioni.

Uno dei suoi punti forti? Il “viaggio” per raggiungerla, suggestivo, economico e in funivia!

Dove si trova e che aspetto ha

Roosevelt Island si trova sull’East River, tra i distretti di Manhattan (di cui fa parte amministrativamente) e del Queens. Rispetto a Manhattan, corrisponde alle strade tra la 46esima e l’85esima.

Il suo aspetto è quello di un’isoletta “stretta stretta”: lunga 3,2 chilometri, ha una larghezza massima di 240 metri. È abitata da circa 16.000 persone, “vestita” con bellissime zone verdi, e occorre circa mezz’ora per percorrerla a piedi.

Come arrivare

Da Manhattan, Roosevelt Island viene solitamente raggiunta in metro oppure in funivia, ma attenzione!

Scegliere di andare e ritornare utilizzando esclusivamente la metro vi priverebbe di un punto di osservazione privilegiato su Manhattan.

Ecco perché vi consigliamo di preferire, per l’andata e il ritorno, il viaggio panoramico in funivia oppure, eventualmente, di usare una volta la funivia e una la metro.

Metro

La linea è la F Sixth Avenue Local. La fermata al centro della piccola isola si chiama, naturalmente, “Roosevelt Island”.

Potete prendere la stessa linea della metro anche se arrivate dal Queens.

Funivia

La funivia è la Roosevelt Island Tramway, che collega Roosevelt Island con l’Upper East Side di Manhattan parallelamente al ponte di Queensboro.

Da Manhattan la fermata si trova tra la 59esima street e la 2nd Avenue (stazione metro più vicina: Lexington Av/59 St, metro N, R).

La funivia non risparmia le forze e lavora instancabilmente! Le corse sono frequenti, ogni 7-15 minuti, e gli orari di apertura estesi:

  • da domenica a giovedì: dalle 6 del mattino alle 2 del mattino
  • venerdì e sabato: dalle 6 del mattino alle 3.30 del mattino

La troverete sempre attiva, anche nei giorni di vacanza (durante i quali, anzi, le corse vengono intensificate).

I prezzi per vedere il panorama mozzafiato sono decisamente contenuti: i biglietti per la funivia infatti, sono gli stessi della metro e potete usare la vostra Metrocard (sia Unlimited sia Regular).

E se il tragitto con la Roosevelt island Tramway dovesse appassionarvi così tanto che non vorrete scendere ma trattenervi a bordo per fare diversi viaggi consecutivi?

Purtroppo, non si può: all’arrivo nell’isola di Roosevelt, così come a Manhattan, a fine corsa tutti devono scendere.

Bus

Chi parte dal Queens può prendere la linea Q102 fino a Roosevelt Island: qui l’autobus effettua diverse fermate, quindi è comodo anche per girare l’isola.

Sempre per gli spostamenti interni all’isoletta potete prendere il bus rosso RIOC, che fa tante comode fermate ed è gratuito.

Battello

La linea “Astoria” del New York Ferry, che solca l’East River e connette Manhattan e il Queens (e, nel senso inverso, il Queens con Manhattan), effettua una fermata a Roosevelt Island.

Partendo da Manhattan le fermate sono le seguenti:

  • Wall St./Pier 11 (Manhattan)
  • East 34th Street (Manhattan)
  • Long Island City (Queens)
  • Roosevelt Island
  • Astoria (Queens)

Partendo dal Queens, il percorso è inverso. La traversata dura circa 41 minuti.

In questo caso le MetroCard non si possono utilizzare: su ogni traghetto si trova una biglietteria automatica, oppure si può pagare tramite la App di New York Ferry.

Quando andare

La vista dalla funivia è spettacolare in tutte le stagioni, ma bisogna ammettere che la mattina presto oppure al calar della sera le atmosfere sono più affascinanti.

Se intendete visitare anche il parco dedicato a Frankin D. Roosevelt, a sud dell’isola, considerate che chiude alle 17.00 (e il giorno di chiusura è il martedì).

Cosa vedere a Roosevelt Island

Il panorama dalla funivia

Nei circa 6/8 minuti di tragitto, entusiasmante per viaggiatori piccoli e grandi, potrete vedere e fotografare l’East River, il Queensboro Bridge, Manhattan e Long Island City.

Sarà impressionante dominare tutto dall’alto: le emozioni sono assicurate, ma difficili da spiegare a parole. Quando andrete a New York dovrete provarle in prima persona!

Il ritmo lento della funivia sarà vostro complice: potrete portare a casa scatti dall’aspetto professionale (nessuna foto mossa!), e perfino sbirciare all’interno delle abitazioni e degli uffici, perché ad un certo punto i palazzi saranno vicinissimi.

Il Franklin D. Roosevelt Four Freedoms Park

Four Freedoms Park su Roosevelt Island
Four Freedoms Park su Roosevelt Island

Questo parco si trova nell’estremità meridionale dell’isola, ed è un memoriale dedicato al presidente Roosevelt e al famoso “Discorso delle quattro libertà”, che pronunciò in occasione del Congresso degli Stati Uniti del 6 gennaio 1941.

Costruito a partire dal 2010 e inaugurato nel 2012, fu l’ultimo lavoro del famoso architetto Louis Kahn, che l’aveva però progettato nel lontano 1973, e che non poté vederlo realizzato.

Si racconta che, quando l’architetto fu colpito dall’infarto che lo portò alla morte in un bagno della Pennsylvania Station di New York, avesse con sé i disegni finali del progetto, appena ultimati.

La realizzazione del parco fu a lungo accantonata a causa della crisi economica che aveva colpito la città, ma oggi siamo felici che esista ed è una tappa piacevole che appassiona soprattutto gli amanti del design minimale e geometrico.

Il percorso è delineato da un basamento in granito bianco, circondato da file ordinate di tigli, che si apre fino a una corte dove si trova una testa in bronzo di Roosevelt, rivolta verso la sede delle Nazioni Unite. Nel retro del monumento, è riportata l’incisione integrale del discorso delle quattro libertà.

Il parco è silenzioso, pulito e perfetto per passeggiare in tranquillità e scorgere contemporaneamente lo skyline di Manhattan (riconoscerete subito il palazzo dell’ONU).

Potete visitare il parco tutti i giorni della settimana, tranne il martedì, dalle 9 del mattino alle 5 di sera.

Le rovine del Smallpox Hospital

Questo ospedale per il vaiolo da 100 letti fu inaugurato nel 1856 a sud di Roosevelt Island, in una posizione particolarmente isolata al fine di mettere in quarantena i pazienti. Fino al 1875 accolse gli ammalati, e fu anche un centro di formazione per infermieri.

Chiuse negli anni ’50 e i suoi edifici caddero in rovina; l’ospedale fa parte del National Register of Historic Places (Registro nazionale dei luoghi storici) dal 1972 ed è adiacente al parco dedicato a Roosevelt.

Il suo aspetto decadente gli conferisce un fascino tutto particolare; non ci meravigliamo quindi del fatto che queste rovine compaiano in pellicole come Spider-Man del 2002 e videogiochi.

Chapel of the Good Shepherd

Questa chiesa episcopale risalente al 1888 si trova in posizione centrale nella Roosevelt Island.

Costruita in pietra e mattoni, ha un aspetto austero e armonioso, in stile gotico vittoriano.

Restaurata nel 2003, la chiesa fa parte del registro nazionale dei luoghi storici dal 1972 ed è ancora in uso. La trovate al numero 543 della Main Street.

The Octagon

Un edificio ottagonale storico, su cinque piani, costruito nel 1834. Fu anche adibito ad ospedale, e lo scrittore Dickens ne denunciò le condizioni nelle sue American Notes.

Dal 1972 l’edificio è stato iscritto nel registro nazionale dei luoghi storici e oggi è diventato un edificio residenziale di lusso, che offre viste spettacolari ai suoi abitanti.

Indirizzo: 888 Main Street.

Il faro e Lighthouse Park

Non poteva mancare un faro di pietra!

Si trova nel tratto più a nord-est dell’isola e fu costruito nel 1872 dai detenuti del penitenziario dell’isola, per creare una zona di luce utile alle navi che attraversavano l’East River, insidioso per la presenza di voluminosi massi in granito.

Funzionò fino agli anni ’40.

Anche il faro, così come le rovine dell’ospedale e la chiesa, è iscritto nel registro dei luoghi storici dal 1972.

L’architetto che supervisionò la costruzione del faro fu James Renwick Jr. (che si occupò anche di altre importanti opere, come la Cattedrale di San Patrizio a Nolita).

Lighthouse Park è oggi una destinazione ideale per la pesca e i pic-nic. Ci sono panchine, tavoli e un’area barbecue.

Anche in questo caso, potrete fare foto incantevoli.

Mangiare a Roosevelt Island

Di sicuro non troverete la vastissima scelta che dell’isola di Manhattan, ma anche nella Roosevelt Island troverete qualche punto di ristoro, soprattutto nelle vicinanze della stazione della metro.

Alcuni riferimenti utili:

  • Starbucks. Indirizzo: 455 Main Street
  • Piccolo Trattoria Italian Restaurant (per gustare una pizza dignitosa). Indirizzo: 455 Main Street
  • Fuji East Japanese Bistro. Indirizzo: 455 Main Street
  • Subway Restaurants. Indirizzo: 513 Main Street, e Coler-Goldwater Hospital, 900 Main Street
  • The Cafe at Cornell Tech. Indirizzo: 2 W Loop Rd
  • China 1 Kitchen (ristorante cinese da asporto). Indirizzo: 609 Main Street

Un po’ di storia

Può accadere che un luogo poetico e tranquillo nasconda un passato poco felice, come in questo caso.

Infatti, l’isola che oggi è luogo di passeggiate, spuntini, giri in biciclette, tra il verde e simpatiche anatre, nel corso del diciannovesimo secolo è stata sede di ospedali, manicomi e istituti correttivi.

Tra il 1980 e il 2000, invece, l’isola ha conosciuto un intenso sviluppo dal punto di vista residenziale.

E il suo nome attuale? Non è stato l’unico che ha avuto:

  • Minnahononc era il nome che le avevano assegnato i primi indigeni
  • Acquistata dagli olandesi nel 1637, fu chiamata “Insel Varckens” (Isola del Cinghiale)
  • Divenne Manning’s Island tra il 1666 e il 1686, in onore del capitano Manning
  • Fu la Blackwell’s Island tra il 1686 e il 1921
  • Divenne la Welfare Island tra il 1921 e il 1973
  • Dal 1973, in previsione della costruzione del memoriale dedicato al Roosevelt, assunse il nome attuale

Roosevelt Island nella letteratura e nei media

  • L’isola è menzionata, con il nome di Blackwells Island, nel romanzo Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald
  • L’ultimo capitolo di Shadowhunters, saga di romanzi urban-fantasy della scrittrice Cassandra Clare, è ambientato nell’isola
  • L’isola, o la funivia, compaiono in film come I falchi della notte di Sylvester Stallone, Léon di Luc Besson, Dark Water con Jennifer Connelly, Il buio nell’anima con Jodie Foster. Probabilmente, la scena maggiormente ricordata è quella di Spider-Man del 2002, quando l’eroe deve decidere se salvare i passeggeri della funivia o la sua bella Mary Jane (e salva tutti!).
  • Roosevelt Island si trova anche nei videogiochi. In Grand Theft Auto IV, infatti, c’è un’isola che le somiglia moltissimo (e, non a caso, ospita le rovine di un ospedale), e alcuni livelli di Crysis 2 sono ambientati su una struttura che si trova nell’isola.

Curiosità

  • Tra i prigionieri che soggiornarono forzatamente nell’isola, spiccano nomi conosciuti come quelli dell’attrice Mae West e della cantante Blues Billie Holiday
  • Alcuni diplomatici stranieri risiedono nell’isola, per via della sua vicinanza con il Palazzo dell’ONU (anche Kofi Annan aveva fatto questa scelta)
  • Un soprannome della Roosevelt Island è “The Little Apple” (La Piccola Mela), in contrapposizione con quello della Grande Mela
  • Fin dal 1981, l’isola ha un suo giornale indipendente, The Main Street WIRE, pubblicato ogni due settimane.
  • L’isola è stata un luogo selezionato per rilevanti competizioni e proposte architettoniche, che però non sono state realizzate
  • Alcuni nomi di residenti famosi dell’isola: Kofi Annan, che abbiamo già nominato, Sarah Jessica Parker e Michelle Bachelet

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze


Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (15 voti, media: 4,53 su 5)
Loading...
    
Banner New York con Carlo

15 commenti su “Roosevelt Island: ammirare New York dalla funivia”

  1. Ciao,
    a quanto risulta ora (nov 2019) il river walk Bar & Grill è chiuso a fine mesa sarò là e ti saprò confermare in sito la situazione.

  2. Salve Carlo. Noi stiamo per andare a New York e avrei trovato da soggiornare sull’isola di Roosevelt. Secondo lei è una buona idea? Come punto di appoggio? Ed e’ sicura? Grazie.

    1. Ciao Silvia,
      ammetto che è la prima volta che mi capita che qualcuno trova alloggio su Roosevelt Island. Logisticamente secondo me non è la migliore delle soluzioni; perlomeno verifica che l’alloggio sia vicino alla stazione della metro.

  3. Ciao, che tu sappia è possibile utilizzare la Metrocard Unlimited per la Roosvelt Island Tramway o devo usare una “ricaricabile”?
    Grazie.

  4. Un posto da vedere assolutamente! Siamo arrivati con la metro abbiamo pranzato lungo il fiume dove ci sono tavoli e sedie per poter mangiare tranquillamente una pizza acquistata da un food truck .Poi abbiamo preso la funivia per tornare a Manhattan . Assolutamente da fare

  5. Ciao, non riesco a capire venendo da Long Island City dove prendere la funivia. Prendo la linea F ma dove scendo per poi andare con la funivia direzione Manhattan?
    Grazie mille

  6. Ciao,
    io pensavo di passarci l’ultimo dell’anno. Che ne dici? sarà aperta? Troverò da mangiare?
    grazie di tutto.

    Fede

    1. Ciao Sonia,
      si è operativa tutto l’anno. Al momento gli orari sono i seguenti: dalle 6 alle 2 del mattino dalla domenica al giovedì, il venerdì e il sabato è operativa fino alle 3:30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *