I migliori parchi di New York

Parchi di New York: guida ai polmoni verdi della Grande Mela

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 14 settembre 2018

New York. La città dei grattacieli; e dei parchi. In mezzo ai grandi quartieri pieni di edifici, ci sono tante bellissime aree verdi. I luoghi ideali per passeggiare, fare un picnic, divertirsi e vedere la città da un altro punto di vista.

Volete sapere dove si trovano i più bei parchi di New York e perché vale la pena visitarli? Allora continuate a leggere!
I parchi di Manhattan
Manhattan è uno dei 5 distretti di New York, ed ospita la maggior parte dei parchi cittadini, compreso il più iconico di tutti: Central Park.

Central Park

central park

Partiamo proprio da Central Park. Progettato da Frederick Low Olmsted e Calvert Vaux, ha aperto ufficialmente al pubblico nel 1857.

Si tratta indubbiamente del parco più famoso della città: un’area grande all’incirca 340 ettari, con grandi spazi aperti e verdeggianti e piccole zone boscose attraversati da viali e vialetti, in cui si possono svolgere numerose attività.

Dove si trova?

Central Park si trova proprio nel cuore di Manhattan. Il suo confine nord è costituito da 110th Street mentre la zona di Central Park South è delimitata da 59thStreet. Per quanto riguarda i confini orientale e occidentale, l’area di Central Park West è delimitata da 8thAvenue mentre ad est il confine coincide con 5thAvenue.

Perché andare?

Forse si farebbe prima a dire perché non visitarlo, se ci fosse qualche motivo per tenersene alla larga. Di motivi per stare lontani da Central Park, in realtà, non ce ne sono, ma per visitarlo ce ne sono tanti:

  • da qui, è possibile godere di un punto di vista differente sulla città che lo circonda;
  • si può passeggiare sui suoi ampi viali, seguendo i diversi percorsi che lo attraversano;
  • si può fare un picnic in uno dei suoi prati;
  • c’è lo zoo da visitare;
  • c’è l’antica giostrina coi cavalli su cui salire;
  • ci sono edifici, statue, fontane e ponticelli da ammirare;
  • si può fare un giro in barca sul lago;
  • si può visitare il famoso Metropolitan Museum of Art, che si trova proprio al limitare del parco;
  • in estate, si può assistere a concerti e spettacoli teatrali all’aperto.

Insomma, se avete in programma un viaggio a New York, una capatina a Central Park dovete farcela per forza!

Central ParkVai all’approfondimento

Bryant Park

bryant park

Bryant Park è uno tra i più grandi e famosi parchi di New York. È una destinazione molto apprezzata tanto dai newyorchesi quanto dai turisti, che offre qualcosa da fare e da vedere in ogni periodo dell’anno.

Fino al 1884 il parco portava il nome di Reservoir Park, perché sorgeva nelle vicinanze di un grosso bacino idrico artificiale poi demolito; in quell’anno la sua denominazione venne modificata in quella attuale, in onore di William Cullen Bryant, poeta romantico e giornalista del New York Evening Post.

Dove si trova?

Bryant Park è situato tra 5th e 6th Avenue e W 40the W 42nd Street, e si trova nelle vicinanze della New York Public Library e in generale della zona di Midtown Manhattan.

Perché andare?

Un po’ come Central Park, o forse anche più di esso, Bryant Park offre a chi decide di visitarlo tantissime opportunità, in qualsiasi stagione ci si trovi a passare di lì. Tra le tante motivazioni per cui lo si deve visitare almeno una volta, se ci si trova a Manhattan, ci sono:

  • i suoi prati verdi, dove si può passeggiare o sedersi a fare uno spuntino;
  • durante il periodo natalizio ospita il mercatino di Natale e la pista di pattinaggio;
  • durante i mesi estivi ogni settimana viene proiettato un film;
  • i numerosi monumenti;
  • gli edifici storici che lo circondano;
  • l’attenzione per l’ambiente e il design unico delle sue aree;

Bryant ParkVai all’approfondimento

Battery Park

battery park

Battery Park è uno dei parchi newyorkesi che si affacciano sulla baia di New York , ed offre una vista impareggiabile sulla Statua della Libertà e su Ellis Island.

Nel corso dei secoli quest’area, che prima era un’isola poco distante dalla terraferma, è stata teatro di scene di guerra e ha visto passare dai suoi edifici migliaia di immigrati giunti in America alla ricerca di una vita migliore. Oggi è una delle aree verdi più apprezzate della città.

Dove si trova?

Il parco è situato nella zona compresa tra State e Whitehall Street, in Lower Manhattan, ed è facilmente raggiungibile con tutti i principali mezzi pubblici.

Perché andare?

Di certo, quella di Battery Park è una delle zone più affascinanti di New York, e c’è più di un motivo per cui valga la pena visitarlo:

  • Statua della Libertà. Se volete visitare la statua della Libertà, Ellis Island o Staten Island, poi, questa è una tappa praticamente obbligata, perché è da qui che partono i traghetti diretti lì;
  • Monumenti. I suoi numerosi monumenti, dedicati a personaggi storici o ad importanti avvenimenti del passato, sono un’altra ragione per andare a Battery Park;
  • Castle Clinton. Il forte costruito dal governo americano nel 1811 è forse la sua attrazione più famosa;
  • Sea Glass Carousel.  Tra le attrazioni più recenti, c’è lo spettacolare Sea Glass Carousel, che vuole essere anche un omaggio al primo acquario della città, che si trovava proprio qui.

Battery Park/oVai all’approfondimento

Washington Square Park

washington square park

Washington Square Park è un parco più piccolo e meno grandioso di Central Park, che si trova proprio al centro del Greenwich Village. Fino al 1797, la zona dove oggi sorge il parco ospitava le fattorie di numerosi schiavi che avevano ottenuto la libertà.

Fu in quell’anno che il consiglio cittadino decise di acquistare quelle terre e convertirle in un cimitero. Qui vennero seppellite le centinaia di persone a causa dell’epidemia di febbre gialla che colpì la città.

La zona di Washington Square Park rimase adibita a cimitero fino al 1825; nel 1826, qui venne costruita la piazza, Washington Square, che serviva alle truppe dell’esercito per le loro manovre militari, e attorno ad essa sorsero delle case che sono tutt’ora visibili.

Dove si trova?

Washington Square Park si trova nel Greenwich Village, a metà tra quei quartieri conosciuti oggi come East Village e West Village.

Perché andare?

Più piccolo rispetto ad altri parchi cittadini, Washington Square Park gode di un fascino tutto particolare, in grado di affascinare chiunque decida di visitarlo. I suoi punti di maggior interesse sono l’Arco di Trionfo dedicato a George Washington e la fontana.

Trovandosi vicino al campus, il parco è il posto ideale per chi vuole immergersi per qualche ora in una realtà giovane e dinamica. Allo stesso tempo, zone come McDougal Street, sembrano appena uscite dal fulgido passato del Greenwich Village. La Minetta Tavern, riaperta nel 2009, fu il ritrovo di molti grandi autori americani, come Hemingway e Kerouac.

Per rivivere l’atmosfera dell’antico Greenwich Village, è una buona idea fare una passeggiata nella zona del parco chiamata Washington Mews.

Washington Square ParkVai all’approfondimento

Madison Square Park

madison square park

Questo parco ha alle spalle una storia prestigiosa, che va indietro fino al 1686, pochi decenni dopo la fondazione della città di New York. Fu in quell’anno che venne designato come spazio pubblico, anche se solo alcuni secoli più tardi divenne ufficialmente un parco cittadino.

Nel 1842, qui si inizia a giocare a baseball ed è sempre qui che Alexander Cartwright decide di codificarne le regole. Agli inizi del ‘900, nelle sue vicinanze sorgono alcuni iconici edifici come il Flatiron Building e la Met Life Tower. Oggi, il parco è uno dei gioielli verdi della città, ricco di fascino e di storia.

Dove si trova?

Madison Square Park si trova tra la 5th e la 6th Avenue, e si estende tra la 23rd Street e la 26th Street.

Perché andare?

Ci sono davvero tante ragioni per visitare Madison Square Park:

  • due di esse sono di sicuro la sua natura rigogliosa e ben curata e la vista che offre sullo spicchio di città che lo circonda;
  • anche la sua storia, e i bellissimi monumenti che la immortalano, sono una valida ragione per fare almeno un giro veloce del parco;
  • dal 2004, chi passeggia tra i suoi viali ha l’occasione di ammirare decine di installazioni artistiche, che si fondono perfettamente con l’ambiente circostante;
  • per gustare uno dei favolosi milkshake o hamburger di ShakeShack e per ascoltare uno dei tanti concerti in programma;
  • per chi viaggia con bambini al seguito c’è un bel parco giochi;

Bowling Green

bowling green

Si tratta del parco più antico di New York, e di uno dei più piccoli per estensione. Nelle sue vicinanze si trova la famosa statua del Charging Bull, che è diventata uno dei simboli di Wall Street.

Prima di diventare un parco pubblico, nella zona denominata Bowling Green si teneva il mercato del bestiame. Nel 1733, quest’area venne ufficialmente convertita in un parco cittadino. Nei secoli precedenti, qui si riunivano i consigli delle tribù dei Nativi Americani. Inoltre, si dice che proprio questo sia stato il luogo in cui, nel 1626, Manhattan fu venduta a Peter Minuit.

Il parco deve il suo nome al campo da bowling che venne realizzato al suo interno negli anni ’30 del 700.

Dove si trova?

È situato a Lower Manhattan a due passi da Battery Park.

Perché andare?

Piccolo e ben tenuto, molto amato da chi lavora nel Financial District, Bowling Green è il posto ideale per sedersi a fare una pausa, su una panchina all’ombra degli alberi e ammirando la fontana che si trova al centro del parco. Inoltre, da qui è possibile vedere il famoso Charging Bull.

Riverside Park

Riverside Park

Riverside Park è uno degli otto punti panoramici ufficiali di New York City, e a ragione!

Si tratta di una striscia verdeggiante che si allunga lungo le rive dell’Hudson.

Fino al 1875 lo scenario offerto da questo parco era fatto di precipizi rocciosi, verdi aree pianeggianti e piccoli boschetti di olmo creati da Frederick Law Olmsted. Tra il 1939 e il 1941 il parco venne allargato con l’aggiunta di una spiaggia creata artificialmente, dotata di servizi più moderni. A disegnarla furono Gilmore D. Clarke e Clinton Lloyd.

Dove si trova?

Riverside Park è situato tra l’Hudson River e Riverside Drive e la sua estensione va dalla 72ndStreet fino alla 129th Street; questo significa che la sua lunghezza prende ben 57 isolati.

Perché andare?

Oltre ad offrire un panorama magnifico, il Riverside Park è molto apprezzato per i suoi campi sportivi, lo skate park e la Marina. Passeggiando per i suoi viali, inoltre, ci si può imbattere in diversi monumenti interessanti.

Se vi trovate a New York in estate, non perdete la manifestazione Shakespeare in Riverside Park.

Union Square

union square park

Union Square Park, che prende il nome dalla famosa piazza newyorkese, è un parco decisamente più piccolo e con meno zone verdi rispetto ad altri di cui abbiamo parlato, ma è ugualmente affascinante.

Questa area verde cittadina fu aperta al pubblico nel 1839. Nel 1872, Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux la ridisegnarono completamente, così che potesse ospitare più persone durante gli eventi importanti, come parate e feste nazionali (nel 1882 vi si tenne la prima Labor Day Parade).

Oggi il parco continua ad essere un punto di aggregazione per newyorkesi e turisti.

Dove si trova?

Lo Union Square Park si trova tra le street 14th e 17th e tra la Broadway e Park Avenue South, qualche isolato a nord del Greenwich Village.

Perché andare?

Union Square Park, in ogni periodo dell’anno, è un luogo brulicante di vita e di cose da fare.

Una su tutte il Greenmarket, un mercatino dove è possibile trovare verdure, fiori e prodotti da forno per 4 giorni a settimana. Sparsi qua e là all’interno del parco ci sono diverse statue e monumenti decisamente interessanti, come quelli dedicati a Lincoln, Gandhi e il marchese di Lafayette.

All’interno di Union Square Park si trova anche l’Evelyn’s Playground, uno dei parchi giochi per bambini più belli di New York.

Tompkins Square Park

Tompkins Square Park

Tompkins Square Park è una deliziosa area verde che si trova proprio nel cuore dell’East Village.

Un tempo ritrovo di personaggi poco raccomandabili, oggi è frequentata da artisti, personaggi eclettici e fanatici della moda.

Dove si trova?

Il Tompkins Square Park è situato tra Ave A e Ave B e tra E 7thStreet e E 10th Street.

Perché andare?

Beh di sicuro, già a sedersi su una panchina ad osservare i personaggi che si aggirano per il parco non c’è da annoiarsi.

Ma sono altri i motivi per cui lo si dovrebbe visitare. Innanzitutto i suo festival: il drag festival Wigstock, l’Howl! Festival, che celebra Allen Ginsberg e il suo controverso poema e il Charlie Parker Jazz Festival.

Qui sono presenti anche due parchi giochi, un campo di pallamano, tavoli per gli scacchi e un campo da basket. C’è anche un prato tutto dedicato agli amici a 4 zampe.

Sara D. Roosevelt Park

Sara D Roosevelt Park

Si tratta di una piccola oasi verde situata nel Lower East Side di Manhattan, che deve il suo nome alla benefattrice e filantropa, madre del 32° presidente degli Stati Uniti d’America, l’unica dopo Mary Washington ad aver visto il figlio salire alla Casa Bianca.

Inizialmente la zona del parco venne acquisita per la costruzione di nuovi edifici, ma poi si pensò di convertirla in un’area ricreativa per mamme e bambini. L’inaugurazione, e l’intitolazione a Sara D. Roosevelt, avvennero nel 1934.

Dove si trova?

Il parco è compreso tra E. Houston Street e Canal Street e tra Christie Street e Forsyth Street.

Perché andare?

Il Sara D. Roosevelt Park è il luogo ideale per gli amanti dello sport e per le famiglie. Qui sono presenti diversi campi da gioco, per il basket e per il calcio, una zona dedicata ai pattinatori e due parchi giochi, oltre ad un bel giardino.

I parchi di Brooklyn
Anche il quartiere di Brooklyn ospita diverse aree verdi che meritano una visita.

Brooklyn Bridge Park

Brooklyn Bridge Park

Si tratta di uno dei parchi più famosi non solo di Brooklyn, ma di tutta la città.

Dopo la dismissione delle attività portuali, nel 1984, questa zona rischiava di diventare un altro complesso residenziale, ma un comitato nato nel 1998 ne rivalutò le potenzialità come area di interesse pubblico. Nel 2002, venne istituito un organo per la creazione del Brooklyn Bridge Park; nel 2004, la Michael van Valkenburgh Associates ottenne il mandato per la costruzione del parco.

Oggi, il Brooklyn Bridge Park è una delle zone più popolari della città, che si estende per circa 2 chilometri sulle rive dell’East River, proprio sotto l’iconico ponte di Brooklyn.

Dove si trova?

Il Brooklyn Bridge Park si trova nel quartiere DUMBO, ed è compreso tra le seguenti vie: Fulton Street, Water Street, l’incrocio tra John Street e Atlantic Avenue, Old Fulton Street, Main Street, Adams Street e Jay Street.

Perché andare?

Le due ragioni principali per visitare Brooklyn Bridge Park sono la vista spettacolare che offre su Manhattan e le tante zone adatte per fare un bel picnic.

I suoi “Pier“, che sono ben 6, ospitano numerose strutture, tra cui campi sportivi, giardini, parchi giochi, spiagge e ampi viali per passeggiare.

Da qui parte anche un traghetto stagionale per Governors Island.

Prospect Park

prospect park

Se il nuovo Brooklyn Bridge Park è  molto apprezzato, Prospect Park è una vera e propria icona di Brooklyn.

Realizzato alla metà del XIX Secolo secondo il progetto di Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux, dopo un periodo di declino che lo colpì a cavallo tra gli anni ’70 e ’80, oggi è una delle aree verdi più belle e popolari della città, e un modello nell’ambito del mantenimento dei parchi urbani.

Dove si trova?

Prospect Park è compreso in un’area delimitata da Prospect Park W, l’incrocio tra Parkside Avenue  e Flatbush Avenue, Ocean Avenue e Prospect Park SW.

Perché andare?

Prospect Park è famoso per il tortuoso corso d’acqua che lo attraversa e per il suo boschetto, l’unica parte ancora intatta della foresta che originariamente occupava questa zona.

All’interno del territorio del parco sono presenti il primo Audubon Center pubblico della nazione (giardino botanico), il Brooklyn Museum, uno zoo, una pista di pattinaggio su ghiaccio, un’antica giostrina con i cavalli e numerosi campi sportivi.

Prospect ParkVai all’approfondimento

I parchi del Queens
Terminiamo il nostro viaggio attraverso i parchi newyorkesi con il Queens.

Flushing Meadows Corona Park

flushing meadows corona park

Il Flushing Meadows Corona Park è il più grande parco del Queens e il quarto, per grandezza, di tutta la città di New York. Il suo prestigio e la sua fama, oltre alla bellezza dei suoi spazi verdi,  si devono alle due Esposizioni Universali che si sono tenute qui nel 1939 e nel 1964, delle quali rimangono ancora alcune testimonianze.

Dove si trova?

Il territorio del parco è compreso tra Grand Central Parkway, Whitestone Expressway, l’incrocio tra 111 Street e College Point Boulevard e Park Drive E.

Perché andare?

Oltre agli ampi viali, alla sua natura rigogliosa e ai suoi numerosi campi sportivi, il Flushing Meadows Corona Park è famoso per le numerose attrazioni cittadine che ospita nel suo territorio:

  • New York Hall of Science;
  • Queens Zoo;
  • l’Unisphere, ricordo di una delle due Esposizioni Universali;
  • Queens Museum of Art;
  • Queens Theatre in the Park;
  • lo Stadio CitiField, sede dei Mets;
  • Meadow Lake;
  • Willow Lake, creato durante la prima Esposizione Universale;
  • Queens Botanical Garden.
 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
     
Banner New York con Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.